Iscriviti i alla newsletter








Corleone inaugura la Bottega e il Laboratorio della Legalità. PDF Stampa Email
articoli - Corleone
Scritto da Giuseppe Crapisi   
Domenica 15 Agosto 2010 17:50

Ministero dell' Ilaboratorio_legalit_corleonenterno - La ex casa di Provenzano diventa la 'Bottega dei sapori' Dopo il vertice sulla sicurezza a Palermo, il ministro dell'Interno si è recato nella città simbolo della mafia siciliana per inaugurare, con il ministro della Giustizia Alfano, la struttura dove si potranno acquistare i prodotti delle terre confiscate alla mafia

. Maroni: «Un momento commovente» «È un momento commovente l'inaugurazione di questa bottega, è un atto simbolico molto importante che evidenzia lo sforzo fatto per sequestrare i beni ai mafiosi e metterli a disposizione della comunità». Lo ha detto il ministro dell'Interno Roberto Maroni giunto oggi a Corleone (Pa), dopo il vertice sulla sicurezza a Palermo, per inaugurare, con il ministro della Giustizia Angelino Alfano, la 'Bottega dei sapori', in una delle case confiscate alla famiglia del boss di Cosa Nostra Bernardo Provenzano. Presenti, tra gli altri, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gianni Letta, il sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano, il direttore dell'Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata Mario Morcone, nonché i vertici delle Forze dell'ordine e dell'intelligence.L'edificio di 180 metri quadrati disposto su tre livelli al centro della città, di proprietà del comune, è gestito dal consorzio Sviluppo e Legalità che lo ha trasformato in una vera e propria bottega alimentare dove saranno in vendita i prodotti provenienti dalle terre confiscate, oltre che a Provenzano, a Riina, Brusca e Bagarella. Il consorzio, costituito dai comuni di Altofonte, Camporeale, Corleone, Monreale, Piana degli Albanesi, Roccamena, San Cipriello, San Giuseppe Jato, utilizza tutto il patrimonio confiscato a Cosa Nostra e dispone di 700 ettari di terra, dove lavorano circa 100 persone, tra soci delle cooperative 'Placido Rizzotto', 'Lavoro e non solo', 'Elios' e 'Pio La Torre' e concessionarie dei beni da parte del consorzio, oltre all'indotto che si è creato nel territorio. I prodotti sono commercializzati su scala nazionale con il marchio 'Prodotto biologico delle terre del Consorzio Sviluppo e Legalità liberate dalla mafia'. Guarda la galleria fotografica

 

   

    

Gli interventi  del Sindaco di Corleone Nino Iannazzo e del  ministro Maroni

 

 A Corleone l'ultimo bene confiscato alla mafia da oggi è a disposizione della collettività. Nel centro storico di Corleone nel Cortile Colletti in un immobile di due piani confiscati alla famiglia Provenzano, è stata inaugurata la Bottega della Legalità, dove saranno venduti i prodotti delle cooperative che lavorano nei terreni confiscati alla mafia e il Laboratorio della Legalità, dove si potranno vedere circa cinquanta opere pittoriche del maestro partinicese Gaetano Porcasi, che raccontano visivamente 100 anni di storia della mafia e dell'antimafia. Il Laboratorio è un'associazione di associazioni voluta dal Comune di Corleone.

  La struttura è stata inaugurata alla presenza dei ministri dell'interno e della Giustizia Maroni, del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Letta e tra gli altri del capo della polizia, Manganelli, dei comandanti dei Carabinieri e della GDF, Gallitelli e Di Paolo. Presenti anche i sindaci del Consorzio Sviluppo e Legalità e per l'occasione è venuto anche Don Luigi Ciotti Presidente onorario di Libera. Il Sindaco di Corleone Antonino Iannazzo ha detto che da oggi la casa di Provenzano è tornata allo Stato e ai corleonesi. Ha parlato anche del fatto che questa terra ha fatto passi avanti e che "non abbiamo paura di stare in questo immobile con voi e di restarci". Il Ministro Maroni ha parlato dei risultati del Governo nel contrasto alle mafie e in particolare dell'importanza dell'Agenzia dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Ha ringraziato le forze dell'ordine e la magistratura per il lavoro svolto quotidianamente ma anche i sindaci che sono in prima fila. Parlando della giornata ha detto che "oggi è un momento commovente ed emozionante, un atto simbolico molto importante che evidenzia lo sforzo fatto per sequestrare i beni ai mafiosi e metterli a disposizione della comunità". A concluso dicendo che Corleone era il simbolo della mafia e oggi è il simbolo dell'antimafia. Dopo la visita degli ospiti, la struttura è stata aperta al pubblico e l'immobile è stato riempito dai volontari del progetto Liberarci dalle Spine, che lavorano nei terreni confiscati. In modo festoso e cantando i "cento passi" per riappropriarsi di quel bene che per alcune ore è stato blindato per accogliere i rappresentanti dello Stato italiano.

 

fotocameraLe foto dell' evento


rssfeed
Favoriten Twitter Facebook Myspace Stumbleupon Digg MR. Wong Technorati aol blogger google reddit YahooWebSzenario
 
Altri Articoli :

» ORA Corleone: l’On. Ribaudo incontrerà l’Anas per la viabilità del corleonese!

In questi mesi abbiamo sollecitato l’On. Ribaudo per affrontare le annose problematiche che riguardano la viabilità del corleonese. In particolar modo servono interventi sulla SS 118, che in molti tratti è investita da frane, poi c’è la...

» CORLEONE: CARABINIERI SEQUESTRANO PARTE IMPIANTO CALCESTRUZZI

CORLEONE (PALERMO) (ITALPRESS) - I Carabinieri della Compagnia di Corleone hanno posto i sigilli su parte di un impianto di calcestruzzi del Corleonese, oggetto di attività investigativa per plurime violazioni alla normativa ambientale, procedendo...

» Ribaudo (Pd): “Visto lo sblocco dei fondi nazionali si metta l’Ospedale di Corleone tra le priorità su cui investire”.

Palermo 18 maggio – “Il Governo Nazionale ha sbloccato 167 milioni e 500 mila euro, risorse provenienti dal programma ex art. 20 della L. 67 del 1988, da investire nell’edilizia sanitaria e per aggiornare l’apparecchiatura tecnologica...

» Il PD di Corleone rinnova il suo esecutivo!

Il gruppo dirigente del circolo del PD di Corleone si è riunito nella nuova sede, sita in Piazza Sant’Orsola, per rinnovare la direzione e l’esecutivo. Del nuovo esecutivo fanno parte: Francesca Benigno, Nicola Bilello , Piero Cascio, Salvatore...

» ORA Corleone: incontro con forestali e braccianti agricoli

Il movimento ORA Corleone organizza, il 14 maggio ’16, alle ore 17:30, presso l’istituto Santa Chiara di Corleone, un incontro pubblico con i braccianti agricoli e i lavoratori forestali. Saranno presenti l’Assessore Regionale...

» Francesca Benigno (ORA Corleone) rinuncia alla carica di consigliere comunale: non ci sono le condizioni!!!

In seguito alle dimissioni del Consigliere Mario Giarratana si sono susseguite una serie di convocazioni per la surroga dello stesso. Nei giorni scorsi anche il Segretario di ORA Corleone, la dottoressa Francesca Benigno, ha ricevuto l’invito a...

» Open Day: Anche a Corleone mammografie e pap test gratuiti

Mammografie e pap test gratis: torna l'Open Day della prevenzione „Ambulatori aperti ininterrottamente 12 ore per l’"Open Day della prevenzione". Si rinnova giovedì 5 maggio l’appuntamento con gli screening oncologici dell’Asp. In 9...

» A CORLEONE SI PARLA DI GIOVANI ED EUROPA

Avrà luogo giorno 23 aprile a Corleone, presso il Centro multimediale, l’incontro seminariale, presentato dall’associazione studentesca ASU, Lezioni d’Europa. Si discuterà delle misure volte a favorire la mobilità in Europa, come...

» AUTOBUS ANCHE DI DOMENICA PER GLI STUDENTI DEL CORLEONESE

Le associazioni studentesche Asu, FareUniversità e Studenti Universitari, rendono noto che è stato raggiunto l’accordo per l’attivazione del servizio bus, per i comuni di Bisacquino, Campofiorito e Corleone per consentire agli studenti...

» Il cordoglio della Camera del Lavoro di Corleone per la scomparsa del Preside Governali

La Camera del Lavoro, i giovani, i cittadini onesti di Corleone perdono oggi un grande punto di riferimento. Questo era per noi tutti Pino Governali, “Il Preside”. Un punto di riferimento negli anni e per tantissime generazioni. Uomo di...

» Ospedale: Dopo ORA Corleone anche il PD preme per sbloccare i fondi nazionali

Dopo la riapertura del reparto di pediatria è ora di avere certezza sulla data di riapertura della vecchia ala dell’ospedale dei Bianchi di Corleone. Dopo tre anni di proroghe, infatti, è giunto il momento far riprendere a pieno regime un...

» Giuseppe Crapisi (ORA Corleone): Sbloccare i 6 milioni di euro per la terza ala dell’Ospedale!

Lunedì, 7 marzo, il Direttore Generale Antonio Candela è stato a Corleone, con il Direttore Sanitario Loredana Curcurù e con altri dirigenti dell’Asp di Palermo per fare il punto della situazione sull’Ospedale di Corleone e per lanciare un...

» Salvatore Schillaci (PD): soddisfatti ma anche preoccupati per l'Ospedale di Corleone

Il PD di Corleone esprime soddisfazione per la riapertura della pediatria ma non possiamo che esprimere grande preoccupazione per i lavori nella vecchia Ala che ormai si protraggono da piu di tre anni, “ Non e più tollerabile che questi lavori...

» Corleone, potenziamento ospedale: nuove tecnologie in ginecologia

La divisione, che nei primi due mesi dell’anno ha fatto registrare un incremento del 40% dei parti rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, sarà, tra l’altro, dotato sin dai prossimi giorni di: un cardiotocografo wireless, un lettino per...

» Giuseppe Crapisi (ORA Corleone): piena soddisfazione per la ripresa dei ricoveri in Pediatria.

“Esprimiamo piena soddisfazione – afferma Giuseppe Crapisi Presidente di ORA Corleone – per la riapertura dell’attività di ricovero nel reparto di Pediatria di Corleone. Il Direttore Generale Candela, come sempre, è stato solerte nel...

Commenti  

 
#6 orenbuch 2010-09-29 10:53
ecco il mio opinione:io trova vile d'avere confisca la casa della famiglia Provenzano,con il pretesto che e"BINNU"che loro ha fa regalo?e falso,e grazia SIMONE e SALVATORE,che con loro ristaurante in Dusseldorf in tedeshi a molto lavoro per contruire loro casa,oggi confiscato!de piu "BINNU"e un capro espiatorio,e molto facile di raconta che lui era pericoloso...dove la prova?al contrario di"enrich priebke"lui criminale nazi vive al liberta al ROMA,lui ha appartamento,lu i non e al carcere!!!,lui che a uscide molto ebreos!!!ecco ce che "BINNU"e capro espiatorio!verg ogna!
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
#5 Francesco Milazzo 2010-08-16 17:02
Devo chiedere a Giuseppe se hanno messo la segnaletica.
Comunque vista la tua segnalazione ho comunicato al Laboratorio di cominciare a inserire nel loro profilo facebook e sui loro contatti anche la coordinate cosi da dare un idea dell ubicazione ciao
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
#4 Leoluca Criscione 2010-08-16 08:39
Nel commento precedente il testo é stato tagliato, forse perché messo tra virogolette,
ripeto senza virgolette etc

chi cerca vicolo colletti su google maps, l'unica risposta che riceve é vicolo colletti, bisacquino (vicino Corleone)
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
#3 Leoluca Criscione 2010-08-16 08:35
Caro Francesco,
Come fatto notare, chi cerca , su Google Maps, l'unica risposta che riceve é:
.
Fareste bene a segnalarlo, Ciao Leoluca
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
#2 Francesco MIlazzo 2010-08-15 20:45
eccoti le coordinate google 37.813268,13.304406.
in effetti il cortile , la zona è "chiazza suprana " ,non c è però se inserisci queste coordinate su google maps e usi street view il cortile è la prima traversa a sinistra . L'edificio è quello al 1° angolo con via colletti che in foto di maps non è ancora ristrutturato
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
#1 Leoluca Criscione 2010-08-15 20:00
dove si trova il Cortile Colletti a Corleone? non si trova né sulle pagine vianche e né su google earth!!!!!!
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

Hai la possibilità di inserire il commento che esprime la tua opinione. Ci piacerebbe che per correttezza tu firmassi il commento. I commenti anomini saranno eliminati. grazie


Codice di sicurezza
Aggiorna