Iscriviti i alla newsletter








La figlia di Totò Riina lascia Corleone ora vive nel Brindisino PDF Stampa Email
articoli - Corleone
Scritto da Amministratore   
Domenica 22 Aprile 2012 08:33

riinadi Tonio Tondo

San Pancrazio Salentino (BRINDISI) - «Sono Maria Concetta Riina, figlia di Totò Riina, sono venuta a scuola per iscrivere i miei figli». Si è presentata così alle insegnanti della scuola elementare la figlia maggiore del boss di Cosa Nostra, da anni al carcere duro per una serie di ergastoli. Da Corleone, cuore della mafia, a San Pancrazio Salentino: è stata una sorpresa per la cittadina brindisina, poco più di 10mila abitanti, luogo di transito tra le tre province salentine. Una sorpresa che rapidamente si è trasformata in notizia e infine in preoccupazione. E così il giovane sindaco, Salvatore Ripa, da un anno eletto con una giunta di centrosinistra, ha chiesto e ottenuto un incontro con il prefetto di Brindisi Nicola Prete per chiedere informazioni ed esprimere i timori della comunità.

La signora Maria Concetta, 36 anni, è a San Pancrazio da un mese insieme con i suoi tre figli. Ma il primo a giungere in paese è stato il marito, Tony Ciavarello, sembra a novembre, probabilmente per verificare le condizioni dell'accoglienza. Ciavarello avrebbe trovato lavoro nel settore commerciale di un'azienda meccanica, la «C.T.», attiva nel campo della revisione dei motori. È stato lui a trovare l'abitazione, in un condominio di quattro piani al centro del paese, a pochi passi dal Municipio, dove ospitare la moglie e i tre bambini. Ed è stato l'uomo a curare tutte le operazioni del trasferimento.

Ciavarello non è figura secondaria ed è personaggio conosciuto alle cronache. A febbraio, è stato implicato in un'operazione nella quale la Guardia di finanza di Caltanissetta ha sequestrato beni per 10 milioni.

Perché Ciavarello e Maria Concetta Riina hanno scelto la cittadina brindisina come nuova residenza? «Qui ci troviamo bene» ha detto la signora negli incontri avuti in questo mese. Dopo essere stata a scuola, la donna si è presentata ai servizi sociali del Comune per chiedere il blocchetto dei buoni pasto per i bambini. Sembra che alla richiesta dell'impiegata della presentazione del documento Isee sulla dichiarazione dei redditi, un consigliere comunale si sia adoperato per evitare l'attesa della signora. Ma i movimenti dei Riina sono rimasti sempre sotto i riflettori della magistratura e in particolare della Direzione nazionale antimafia. Neanche lo spostamento della famiglia della primogenita, discreto e preparato con cura, è passato inosservato. L'allarme del sindaco ha poi contribuito ad alzare ulteriormente l'asticella dell'attenzione. E' ancora viva la memoria di alcune inchieste del passato che hanno messo in luce infiltrazioni criminali. Tutti ricordano la scoperta di un deposito di armi nello stabilimento «Sacovin». La preoccupazione è che la presenza ingombrante di una Riina possa risvegliare antichi demoni e attivare relazioni anche con il territorio e i Comuni circostanti anch'essi permeabili a eventuali rigurgiti della criminalità. Una continua attenzione è esercitata dalla stazione locale dei Carabinieri.

La signora Riina e il marito cercano di farsi vedere in giro lo stretto necessario. Sotto il loro appartamento, c'è un bar. La gente non parla volentieri e non esprime commenti. «Tre giorni fa ho visto la signora entrare nel bar per comprare dei pasticcini» racconta un cliente. Pasticcini da portare a scuola. «È sempre gentile» dice un'insegnante. Anche a Corleone la signora aveva buoni rapporti con la scuola, tanto da essere eletta - era novembre - nel Consiglio d'istituto. La notizia finì sui giornali ed esplose la polemica.

Sembra che anche in passato la figlia del boss abbia avuto a che fare con il Salento. Un anno fa la «Gazzetta» riportò la notizia di un processo a Tricase su una presunta truffa on line, da parte della donna, ai danni di un sacerdote, don Luigi De Santis, attualmente vice parroco a Supersano. I Carabinieri scoprirono che dal conto elettronico di don Luigi erano scomparsi 1.935 euro e pare che sia stata proprio la Riina a sottrarre i soldi. Il processo per furto e frode informatica è ancora in corso. La difesa della donna ha sempre respinto ogni responsabilità nella scomparsa dei soldi. 

www.lagazzettadelmezzogiorno.it


rssfeed
Favoriten Twitter Facebook Myspace Stumbleupon Digg MR. Wong Technorati aol blogger google reddit YahooWebSzenario
 
Altri Articoli :

» A Campofiorito l’acqua ritorna pubblica!

Il Commissario liquidatore dell'ATO 1 Palermo Tucci, su indicazioni del Presidente della Regione Crocetta, ha dato mandato ai tecnici dell'ente di restituire gli impianti, i beni e le reti funzionali alla gestione del servizio idrico integrato,...

» Corleone: La Procura ordina l'autopsia sul corpo dell'anziano nascosto dalla badante

La Procura di Termini Imerese ha disposto l'autopsia sul cadavere, ormai in avanzato stato di decomposizione, di Antonino Cutrò, l'anziano deceduto nel 2012 a Corlone il cui cadavere è stato occultato dalla sua badante, Maria Antonietta Di Mattia,...

» Il Sindaco per una volta pensi alla città: l’acqua ritorni al Comune

Visto l'emergenza nella gestione dell'acqua, dopo il fallimento di APS, la Regione dia ai Comuni che possono gestirle, come quello di Corleone, le reti idriche. A Corleone il Sindaco Lea Savona per una volta abbia il coraggio di fare il Sindaco, si...

» Pulmino si schianta, coinvolti i volontari della Coop. Lavoro e non solo

(Foto di Segio Paternostro) Questa mattina, verso le 8:00, in Via Pirandello un furgone della Cooperativa "Lavoro e non solo", che gestisce beni confiscati a Corleone, si è schiantato tra il cancello della scuola elementare e un albero. L'impatto...

» A Corleone arrivano i primi migranti

Le due navi hanno fatto il loro ingresso al Porto attorno alle 10. Sono arrivati a bordo delle Candia, battente bandiera di Antigua e Barbuda e Staneborg di Singapore.

» Canicatti: danneggiata mietitrice assegnata alla Lavoro e non solo

Danneggiata una mietitrice assegnata, dall'amministratore giudiziario, alla cooperativa Lavoro e non solo. Il fatto è accaduto mercoledì notte a Canicattì, su uno dei terreni confiscati alla mafia e gestiti dalla cooperativa. Ieri la denuncia...

» Tra querce e lecci all'ombra di Rocca Busambra

(ANSA) - PALERMO, 3 LUG - Le aquile e i falchi volano alti sorvolando la maestosa Rocca Busambra, il rilievo più alto della Sicilia occidentale con i suoi 1612 metri, resa famosa anche perché in una della sue foibe furono ritrovati i resti del...

» Asp Palermo, il commissario Candela è il nuovo direttore generale

Si è insediato questa mattina nel ruolo di Direttore generale dell'Asp di Palermo, Antonino Candela, 48 anni, laureato in Economia e Commercio, fino a ieri Commissario straordinario della stessa Azienda. Rimarrà in carica tre anni.

» Salvo il Punto nascita di Corleone: I Sindaci della Provincia di Palermo e l'Assessorato alla Sanità si sono incontrati per migliorare la rete ospedaliera.

Un passo avanti verso il riordino del servizio Sanitario Regionale e in particolare delle rete ospedaliera di Palermo e Provincia. E' stato fatto ieri mattina (30 giugno) con l'acquisizione del parere - obbligatorio, ma non vincolante - della...

» Il Sindaco Savona è stato a San Pietroburgo per mostra fotografica sui "Rinnovati"

Sono state inaugurate nei giorni scorsi a San Pietroburgo, in Russia, le mostre fotografiche "Evaporations" - di John Randoph Pepper - e "I Rinnovati" - di Gabriele Lentini – organizzate con il sostegno dell'Istituto italiano di Cultura e del...

» Corleone: I Revisori Comune mandano gli atti alla Procura Generale della Corte dei Conti.

Il Collegio dei revisori dei conti del Comune di Corleone ha chiesto alla Giunta Savona di revocare la delibera con la quale ha affidato l'accertamento e la riscossione delle imposte e ha trasmesso gli atti alla Procura Generale della Corte dei...

» Su richiesta del PD della zona del corleonese, la Protezione Civile Regionale ha eseguito un sopralluogo sulla S.P. 4 Corleone-S. Cipirello

Il degrado della strada provinciale Corleone-S. Cipirello-Partinico è stato aggravato dalla chiusura per la frana verificatasi in contrada "Pietralunga", che da mesi impedisce gli automobilisti di raggiungere agevolmente Partinico e il suo...

» Il Presidente del Senato Grasso incontra l'associazione "Fior di Corleone"

(ASCA) - Roma, 17 giu 2014 - ''Mi ricordo quando nel 2006 ho inaugurato Casa Caponnetto, sede della Cooperativa ''Lavoro e non solo'' che gestisce a Corleone alcuni terreni confiscati alle mafie. Da quelle terre oggi vengono prodotti che sono il...

» Il Comitato Per una città più pulita ha incontrato il Sindaco

Due ore e mezzo. Tanto è durato il confronto fra il comitato "Per una città pulita e contro il degrado" e l'amministrazione comunale. La delegazione ricevuta dal sindaco, attraverso il proprio portavoce Salvatore Saporito ha manifestato...

» Calcio a 7: Memorial Giuseppe Di Lorenzo

Clicca nell'allegato per il calendario del torneo

Aggiungi commento

Hai la possibilità di inserire il commento che esprime la tua opinione. Ci piacerebbe che per correttezza tu firmassi il commento. I commenti anomini saranno eliminati. grazie


Codice di sicurezza
Aggiorna