Iscriviti i alla newsletter








UNIVERSITÀ NAPOLI - MASTER SU CRIMINALITÀ ORGANIZZATA E USO SOCIALE BENI CONFISCATI PDF Stampa Email
articoli - Antimafia&mafia
Scritto da Amministratore   
Sabato 29 Settembre 2012 09:40

Università di napoliÈ indetto, per l'anno accademico 2012/2013, il concorso pubblico, per titoli, a numero 50 posti per l'ammissione al corso di Master di II livello in "Analisi dei fenomeni di criminalità organizzata e strategie di riutilizzo sociale dei beni confiscati", afferente alla Facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Napoli Federico II.

Il Master di II livello in "Analisi dei fenomeni di criminalità organizzata e strategie di riutilizzo sociale dei beni confiscati" è finalizzato a fornire contenuti conoscitivi, strumenti metodologici e risorse operative utili alla comprensione critica di fenomeni criminali complessi legati alle dinamiche di infiltrazione, espansione e radicamento delle organizzazioni mafiose a livello territoriale, dei mercati e delle attività illecite ad esse riconducibili che hanno un maggior impatto sul tessuto sociale ed economico locale, nazionale e internazionale e alla individuazione delle strategie di intervento più efficaci volte a costruire azioni di prevenzione capaci di costruire comunità in grado di promuovere modelli culturali, sociali ed economici alternativi, secondo una prospettiva volta a privilegiare percorsi di antimafia sociale, soprattutto in ambito

economico e di cittadinanza attiva con particolare riguardo ai nuovi strumenti che la legislazione offre in tema di riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata.

In particolare il Master intende formare figure di:

1. amministratori e dipendenti pubblici di amministrazioni centrali ed enti locali interessati ad acquisire conoscenze specialistiche sui temi della criminalità organizzata, delle economie illecite e delle politiche di prevenzione e intervento più adeguate;

2. referenti e operatori del volontariato e del mondo dell'associazionismo interessati a conseguire una formazione specialistica in materia utile a migliorare le attività di progettazione realizzate sui territori;

3. operatori delle forze dell'ordine interessati ad approfondire la conoscenza di questi fenomeni e ad acquisire strumenti e metodologie adeguate all'analisi e all'intervento.

Allegati:
Scarica questo file (ScPMaster.pdf)Il Bando

rssfeed
Favoriten Twitter Facebook Myspace Stumbleupon Digg MR. Wong Technorati aol blogger google reddit YahooWebSzenario
 
Altri Articoli :

» Beni confiscati, siglato il protocollo d'intesa per le start up d'impresa

Capizzi: "Da terreni improduttivi un'opportunità di sviluppo e lavoro"PALERMO, 7 agosto - Il sindaco di Monreale Piero Capizzi, in qualità di Presidente del Consorzio Sviluppo e Legalitá, stamane ha preso parte alla conferenza per la...

» Polizzi Generosa: 10 MARZO 2014 66° ANNIVERSARIO DEL SACRIFICIO DI PLACIDO RIZZOTTO

***programmalunedì 10 marzo 2014ore 9,30 - Feudo VerbumcaudoCerimonia di consegna del vigneto "Placido Rizzotto"ore 10,30 – Aula Consiliare – Polizzi GenerosaSeminario "Germogli di Speranza"

» Coprì la latitanza di Bernardo Provenzano Confisca per 15 milioni ad anziano di Corleone

Avrebbe coperto la latitanza del boss Bernardo Provenzano. Con questa accusa la guardia di finanza ha confiscato beni per circa 15 milioni di euro a Bernardo Riina, 75enne di Corleone, in esecuzione di un provvedimento emesso dalla sezione Misure di...

» Mafia: Parlamento europeo, ok direttiva su confisca beni

(ANSA) - BRUXELLES, 25 FEB - Disco verde del Parlamento europeo alla direttiva che prevede la confisca di beni provento di reato. La norma è passata con 631 voti favorevoli, 19 contrari e 25 astensioni. L'accordo dovrebbe essere formalmente...

» Agenzia nazionale beni confiscati, una nota della Cgil -

Diego Cammarata (nella foto), ex sindaco pidiellino di Palermo fino all'inizio dello scorso anno e attualmente docente di diritto in una scuola superiore, è stato nominato direttore dell'Agenzia nazionale per la gestione dei bei sequestrati e...

» “Agenzia beni confiscati diventi Ente pubblico”

"Il primo passo per raggiungere gli obiettivi prefissati dovrebbe essere la trasformazione dell'agenzia in un vero e proprio ente pubblico economico". E' la posizione del prefetto Giuseppe Caruso, direttore dell'agenzia nazionale dei beni...

» Studiare all’università le strategie di contrasto alle mafie

Fornire contenuti, strumenti e risorse utili per comprendere i fenomeni di criminalità mafiosa, le loro attività, l'impatto sul tessuto economico e sociale e per individuare le strategie di intervento più efficaci per promuovere percorsi di...

» I beni confiscati alle mafie contro la crisi

L'Italia è in crisi economica. La parola d'ordine, adesso, è spending review. Nel frattempo i capitali fuggono via e si riducono prestiti per aziende e privati. E' lecito chiedersi, allora, se oltre all'austerità ed il rigore non si debbano...

» Erice: CRITICITA´ E BUONE PRASSI DELLE AZIENDE CONFISCATE ALLA MAFIA

Sabato 15 dicembre, alle ore 10, nel Comune di Erice (TP) si terrà la quarta tappa del ciclo itinerante di conferenze "Nei luoghi della legalità ritrovata: percorsi virtuosi e criticità della lotta alla mafia sul territorio", un progetto di...

» Le cooperative antimafia: una vera opportunità per i giovani/FOTO

» Trapani: l’imprenditore del capo mafia Sequestro di beni da 25 milioni di euro e un giro di appalti nelle mani di Matteo Messina Denaro

Ancora un duro colpo inferto all'organizzazione mafiosa capeggiata dal super latitante Matteo Messina Denaro. Un'altra "cassaforte" sottratta al controllo di Cosa nostra e che lo Stato ha posto sotto la sua gestione. Un nuovo capitolo di indagini...

» Mafia: Il giudice Livatino rivive nelle braccia dei giovani di Libera Terra.

Nel nostro animo siciliano è impressa la citazione del Gattopardo, di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, “cambiare tutto per non cambiare nulla”. Eppure a volte, se ci pensassimo bene, alcuni processi di cambiamento sono in atto. Ne ho avuto, ancora...

» MAFIA: AL VIA 'SUMMER SCHOOL' LIBERA SU BENI CONFISCATI

Ha preso il via a Naro, in provincia di Agrigento, la "Summer School" dell'Associazione Libera, che si concluderàil 21 settembre, mirata alla formazione dei giovani sul fronte dell'imprenditoria e dell'innovazione attraverso l'utilizzo dei beni...

» Una legge per la democrazia Il 416 bis e la confisca dei beni ai mafiosi, trent'anni di lotta alle mafie nel nostro Paese

(Liberainformazione) Trent'anni fa, il 13 settembre 1982, veniva approvata la legge n. 646, nota come "legge Rognoni – La Torre", che introdusse per la prima volta nel codice penale la previsione del delitto di associazione a delinquere di tipo...

» Appello di 12 associazioni: salvare beni confiscati alla mafia

Dodici associazioni scrivono alla ministra Cancellieri: una cabina di regia per valorizzare e gestire il patrimonio. L'idea è quella di costituire un organismo in grado di fornire competenze all'amministrazione.

Aggiungi commento

Hai la possibilità di inserire il commento che esprime la tua opinione. Ci piacerebbe che per correttezza tu firmassi il commento. I commenti anomini saranno eliminati. grazie


Codice di sicurezza
Aggiorna