Iscriviti i alla newsletter








Turismo Responsabile L' Altra Corleone PDF Stampa Email
Corleone - Cultura
Scritto da Redazione Dialogos   
Sabato 26 Giugno 2010 13:52

altra_corleone_500

                           Corleone tra legalità, arte e natura

matitaLa Storia di Corleone "Animosa Civitas"  stemma_corleone32 I Corleonesi   fotocamera Le foto di Corleone 


Il turista, il più delle volte, viene a Corleone alla ricerca dei luoghi di questo o quel mafioso, curioso di respirare “l’aria di mafia”, tra coppole e facce rincagnite dal male. Non sempre, però, i luoghi comuni hanno fatto i conti con la storia, rivelandosi talora stereotopi, buoni per le menti pigre. Certo, anche nella storia corleonese, come in quella di qualunque altro popolo, si alternano e si intrecciano luci e ombre, violenza e volontà di riscossa, mafia e antimafia, soggezione pavida e generosa ribellione. La nostra proposta è quella di vivere un turismo “diverso”, che vuole riscoprire la storia dei Corleonesi che non appartengono ai “pupari”. Eroi e santi sono il prodotto dell’umile gente, ma “animosa”, intraprendente e capace di creatività. La si vuole far conoscere nel suo ambiente, testimone di una storia gloriosa, attraverso i beni della cultura e della civiltà millenaria della Corleone centro esatto tra il nord e il sud della Sicilia romana, della città delle “cento chiese” e delle tradizioni antiche. Perché il turista porti con sé il ricordo dell’entusiasmo di rivivere un passato, ma anche un presente, degni di nota, oltre le zavorre di tanti pregiudizi.

Gli itinerario proposti sono i seguenti:

(Se sei interessato al nostro progetto clicca qui)


rssfeed
Favoriten Twitter Facebook Myspace Stumbleupon Digg MR. Wong Technorati aol blogger google reddit YahooWebSzenario
 

Commenti  

 
#1 Valentina Milone 2010-10-14 23:41
salve,avendo letto i diversi itinerari proposti vorrei far notare dei punti della nostra corleone,che non sono stati offrontati,quin di proposti:i percorsi al loro esterno presentano omogenità in quanto molti presentano un unico punto di convergenza ossia quello di "eroi" locali ma di contro sono molto eterogenei presentando tratti "sacri" e "profani" in una miscellanea che poco renderà a cului il quale è interessato ad altra corleone se per altra si intende luogo dell anima,visibile in chiesa madre con tele di rilievo,sant 'agostino , fa gola l idea che ci siano stucchi del Serpotta non ancora decisamente riconusciuti,il SS,salvatore in parallelismo con la siciliniatà dei monasteri,per citarne pochissimi,s'intende.L'itinerario etnoantropologi co,a mio avviso,presenta poco approfondimento non si tratta "ri quattru zappi" affisse al muro ci sta la storia d'un popolo...insomma forse poco soddisfacente per chi va a caccia del vecchio quartiere degli ebrei o della zappa ancora odorantediterr
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Aggiungi commento

Hai la possibilità di inserire il commento che esprime la tua opinione. Ci piacerebbe che per correttezza tu firmassi il commento. I commenti anomini saranno eliminati. grazie


Codice di sicurezza
Aggiorna