Iscriviti i alla newsletter








Caso Impastato, scoperto un altro depistaggio trent'anni dopo ritrovata la testimone del delitto PDF Stampa Email
articoli - Antimafia&mafia
Scritto da Amministratore   
Mercoledì 21 Dicembre 2011 20:57

impastato

I carabinieri avevano detto che la casellante del passaggio a livello era emigrata negli Stati Uniti e irrintracciabile, invece non si era mai allontanata dalla sua casa di Cinisi. L'ha scoperto la Dia dopo la riapertura dell'inchiesta da parte della Procura di Palermo. La donna è stata interrogata questa mattina. I pm indagano sui depistaggi attorno all'omicidio del militante antimafia ucciso nel 1978. Il fratello di Impastato: "I magistrati interroghino il generale Subranni, che aveva il compito di coordinare le indagini sull'omicidio di Peppino"

di SALVO PALAZZOLO leggi tutto

rssfeed
Favoriten Twitter Facebook Myspace Stumbleupon Digg MR. Wong Technorati aol blogger google reddit YahooWebSzenario
 
Altri Articoli :

» Mafia e racket, condannati i nuovi boss di Corleone: 12 anni per l'ex impiegato comunale „Mafia e racket, condannati i nuovi boss di Corleone: 12 anni per l'ex impiegato comunale“

Mafia e racket, condannati i nuovi boss di Corleone: 12 anni per l'ex impiegato comunale „Condanne da 8 a 12 anni sono state inflitte dal gup Riccardo Ricciardi a quelli che sono considerati i nuovi boss e picciotti di Corleone. I sei erano finiti...

» Catania, sequestrate azioni per un miliardo e mezzo alla Tecnis

Il reato ipotizzato è connivenza con la mafia. Il provvedimento della Dia di Catania, riguarda tre importanti società del gruppo imprenditoriale Dopo la corruzione arriva la connivenza con la mafia per la Tecnis, colosso catanese gia' travolto da...

» Corleone, l'aula respinge la sfiducia al Sindaco

Artciolo del Giornale di Sicilia. Corleone*** Non passa la mozione di sfiducia al sindaco di Corleone, Leoluchina Savona, proposta dai tre schieramenti dell’opposizione: solo nove i voti favorevoli rispetto ai tredici richiesti dalla normativa....

» Caso Corleone approda in Antimafia Ars Caso Corleone approda in Antimafia Ars

(ANSA) - PALERMO, 19 GEN - Approda in Antimafia regionale il 'caso Corleone'. Domani la commissione, guidata da Nello Musumeci, ascolterà in audizione il sindaco Leoluchina Savona.L'iniziativa a pochi giorni dall'annuncio da parte del ministro...

» Mafia, ispettori del ministero dell'Interno al Comune di Corleone

Mafia, ispettori del ministero dell'Interno al Comune di Corleone „Lo ha annunciato il ministro Angelino Alfano incontrando i giornalisti dopo la riunione, a Palermo, con i prefetti della Sicilia. Il titolare del Viminale ha precisato che...

» Verro cognome come brand

I cognomi come brand: Verro, Scoma, Torrisi, D'Antoni (di Francesco Miranda)Verro(come Bernardino Verro, sindaco di Corleone assassinato dalla mafia)Verro, Verri, Verre e derivati: Verrina, Verrinio, Verrini sono tutte forme cognominali derivati dal...

» Quei due assegni a Salvuccio Riina, così la mafia aiutava il figlio del boss

PADOVA C'è una regola mafiosa che non tramonta mai: finché un affiliato si trova in carcere, è Cosa Nostra che si occupa dei suoi familiari. Vale per tutti. Perfino per il terzogenito di Totò Riina, almeno stando al provvedimento con il quale i...

» La battaglia di Corleone (e del Pd) per la legalità

Che a Corleone le cose non andassero per il verso giusto dal punto della legalità è sotto gli occhi di tutti, da tempo. A togliere ogni dubbio ci sono però i risultati dell'operazione "Grande passo 3″, in cui 6 persone sono state arrestate. I 6...

» Quando nel 2013 furono tagliate le gomme all'ex assessore Schiro

Palermotoday, 14 Febbraio 2013Intimidazione all'assessore dei Lavori pubblici di Corleone Ciro Schirò. Le gomme della sua auto sono state tagliate da ignoti mentre la vettura era posteggiata sotto la casa di Schirò, a pochi passi da piazza Nascé....

» "Messina Denaro non può essere il capo" Corleone "contesta" la leadership

PALERMO - “Me lo spiegava quello, dice, questo Messina Denaro non può essere mai il capo”. A mettere in dubbio la leadership di Matteo Messina Denaro sull'intera cosa nostra erano Antonino Di Marco e Francesco Paolo Scianni. Il primo...

» Infiltrazioni mafiose a Corleone I carabinieri al Comune

PALERMO - I carabinieri sono arrivati di buon mattino al Comune di Corleone e sono andati via con le carte dell'appalto per la ristrutturazione del campo sportivo.Dopo il blitz "Grande passo 3" di venerdì scorso, il nuovo capitolo investigativo...

» Dalle intercettazioni esce il nome del fratello del Sindaco di Corleone

di SALVO PALAZZOLOBurocrati e un sacerdote Gli insospettabili vicini al clan dei corleonesiI nuovi padrini di Corleone potevano contare su un gruppo di fidati insospettabili. Un sacerdote, qualche impiegato del Comune, alcuni imprenditori, e...

» L'arcidiocesi di Monreale si schiera contro la Mafia!!!

PALERMO. Dopo gli arresti di sei presunti ca pie gregari di Cosa nostra in provincia di Palermo, i parroci di Corleone e di Chiusa Sclafani, così come l' intera arcidiocesi di Monreale si schierano nuovamente contro la mafia. «La Chiesa - si legge...

» IL PD SI CONGRATULA CON LE FORZE DELL’ORDINE E LA MAGISTRATURA PER L’OPERAZIONE ANTIMAFIA

Il gruppo consiliare e il circolo del PD di Corleone si congratulano con l'Arma dei carabinieri e la Magistratura per l'operazione "Grande Passo 3", che ha portato all'arresto di sei esponenti della cosca mafiosa del corleonese, tra cui il capo...

» Trovate altre armi: erano nascoste a Caltabellotta, l’armiere è di Burgio

Nel corso dell'operazione di ieri che ha portato all'azzeramento del mandamento di Corleone, in provincia di Palermo, i carabinieri di Monreale e Corleone hanno eseguito una serie di perquisizioni con il sequestro di un cospicuo arsenale formato da...

Aggiungi commento

Hai la possibilità di inserire il commento che esprime la tua opinione. Ci piacerebbe che per correttezza tu firmassi il commento. I commenti anomini saranno eliminati. grazie


Codice di sicurezza
Aggiorna