lunedì 18 febbraio 2019

Corleone: venerdì gli studenti scenderanno in piazza contro la riforma del Governo


Venerdì 22 Febbraio scenderemo in piazza contro la riforma sulla maturità da poco emanata dal Ministero dell'istruzione. Questa riforma , non curandosi del percorso didattico fatto in tre anni, stravolge tutto usando noi maturandi come delle cavie e mettendo in difficoltà alunni e professori.
Aumenta notevolmente la difficoltà della seconda prova, infatti ci sarà la doppia materia (matematica e fisica allo scientifico , latino e greco per il classico).
Al colloquio orale è stata eliminata la famosa "tesina", sostituita, come nei migliori quiz televisivi, da tre buste chiuse, diverse per ogni studente e da scegliere casualmente; qui la difficoltà dei professori nel creare tre percorsi didattici differenti per ogni studente.
Hanno azzerato l'utilità dell'alternanza scuola-lavoro, infatti non saranno più obbligatorie le ore di partecepizione all' alternanza per essere ammessi all'esame, quindi nel corso di tre anni abbiamo sprecato 200 ore per nulla.
Infine, non quest'anno ma per il prossimo sarà obbligatorio svolgere le prove invalsi (prove a risposta multipla di italiano, inglese e matematica uguali in tutta Italia) per essere ammessi all'esame.
Noi studenti chiediamo un "ingresso" più graduale a questa nuova maturità , magari attuandola a partire da chi il prossimo anno inizia il terzo anno, così che gli studenti possano fare un percorso didattico nell'arco dei tre anni inerente al nuovo esame di stato, perché è inaccettabile che 6 mesi prima della maturità ci venga stravolto in questo modo l'esame.

Nessun commento: