lunedì 19 novembre 2018

Corleone comunali 2018: Programma amministrativo del candidato sindaco Saporito Salvatore Antonino lista Viviamo Corleone - #oracanciammu


PROGRAMMA AMMINISTRATIVO

DEL CANDIDATO SINDACO DEL COMUNE DI CORLEONE



SAPORITO SALVATORE ANTONINO

LISTA VIVIAMO CORLEONE - #oracanciammu


"Viviamo Corleone" è la lista civica che va oltre i colori e le appartenenze o identificazioni politiche. Viviamo Corleone è una lista civica che vanta al suo interno la presenza di donne e uomini di Corleone che nel corso di questi anni si sono spesi costantemente nei vari ambiti (sport, sociale, ambiente, economia) per il territorio.

Noi ci occuperemo delle opportunità che la nostra città ha da offrire.
Ci impegneremo per una CORLEONE

1. Pulita, sostenibile e percorribile;

2. Che difende e potenzia i propri servizi come Ospedale, Scuole, Ambiente;

3. Che valorizza le proprie risorse storico-culturali e che punti al turismo;

4. Che punta allo sviluppo della propria economia partendo dall'agricoltura;

6. Che guarda all'euro-progettazione;


Tutelare l’ambiente per una città vivibile
Uno dei temi centrali del nostro programma è sicuramente l’ambiente, perché le scelte di oggi condizioneranno il futuro dei nostri figli.
L’azione amministrativa sarà anche di stimolo e di supporto all’iniziativa dei privati che vorranno migliorare l’efficienza energetica delle proprie abitazioni e adottare comportamenti  ecosostenibili.
Saranno attivate apposite campagne di sensibilizzazione nei confronti  della cittadinanza e soprattutto presso le scuole.

Raccolta differenziata
L’obiettivo è volto al pieno raggiungimento degli standard europei  di prevenzione, recupero e riciclo dei rifiuti urbani.  Verrà incrementata la raccolta porta a porta nelle zone urbane.  Verranno create delle zone ecologiche, per le zone extra urbane, controllate. Installazione di cestini e portarifiuti per la città, e di altri contenitori come quelli per la raccolta di olii vegetali. 

Verde pubblico
Particolare attenzione sarà rivolta al decoro urbano, al verde pubblico e alla pulizia delle erbacce. Si possono attuare delle convenzioni con scuole, università ed associazioni per la gestione e/o la manutenzione delle suddette aree. Ripristino e tutela delle palme attaccate dal punteruolo rosso per ridare alla villa l’immagine di splendore di un tempo e mantenere la sua funzione di luogo di incontro per i corleonesi  e anche come momento ricreativo per manifestazioni di qualità.  Attuare un piano di convenzioni con l’assessorato all’agricoltura e foreste per attivare gli impiegati forestali alla manutenzione del verde urbano, con lo scopo di arricchire il rapporto di collaborazione tra i due enti.
Progetti di partneriato pubblico privato per la gestione di aeree urbane. Esempio piazze date in comodato gratuito dove l'attività commerciale garantisce la manutenzione, sempre permettendo il libero accesso.

Energie rinnovabili
Si promuoverà l’implementazione ed il completamento di impianti fotovoltaici sulle coperture degli edifici e del patrimonio immobiliare del Comune da considerare importanti risorse sia dal punto di vista ambientale ed economico. Puntare alle energie alternative per risparmiare anche sulle utenze elettriche.
Attuare una convenzione con enti privati per l’installazione di punti di ricarica per veicoli elettrici, al fine di incentivarne l’acquisto e l’utilizzo. In tal modo si può sensibilizzare la mobilità sostenibile basata sull’utilizzo di fonti di energia alternativa.

Una nuova politica per l’efficienza energetica negli Enti Locali.
L’uso efficiente dell’energia sta divenendo un tema importante anche per le Amministrazioni Locali, sia perché sono impegnate a ridurre i costi di gestione, sia perchè, attraverso i piani ed i regolamenti di governo del territorio, hanno la responsabilità di indirizzare anche le imprese ed i privati cittadini verso consumi consapevoli ed un uso razionale dell’energia. Di conseguenza una metodologia per l’efficientamento energetico della Pubblica Amministrazione contiene anche misure da attuarsi non solo all’interno dell’organizzazione ma soprattutto all’esterno (ad esempio il territorio comunale oppure un settore produttivo, dei servizi, ecc.).
Si rende, pertanto, necessario implementare nuovi strumenti per l’efficientamento energetico del dell’Ente Locale e, più in generale, del territorio comunale. I passi della metodologia che si vuole attuare nell’Ente Locale, sono i seguenti:
1)      Creazione dell’Ufficio per l’Uso Razionale dell’Energia
2)      Implementazione di un Sistema di Gestione dell’Energia conforme alla norma ISO 50001;
3)      Politiche per la riduzione delle emissioni di CO2 del territorio comunale, individuazione degli obiettivi al 2030.
4)      Costruzione del Catasto Energetico Comunale dell’Inventario di Base delle Emissioni;
5)      Redazione/aggiornamento del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC);
6)      Ricerca ed implementazione degli strumenti tecnico-finanziari per l’attuazione del Piano di Azione;
7)      Redazione di un Bilancio Comunale Sostenibile
8)      Attuazione degli interventi del PAESC
Monitoraggio degli interventi del PAESC
Si promuoverà l’implementazione ed il completamento di impianti fotovoltaici sulle coperture degli edifici e del patrimonio immobiliare del Comune da considerare importanti risorse sia dal punto di vista ambientale ed economico. Puntare alle energie alternative per risparmiare anche sulle utenze elettriche.
Attuare una convenzione con enti privati per l’installazione di punti di ricarica per veicoli elettrici, al fine di incentivarne l’acquisto e l’utilizzo. In tal modo si può sensibilizzare la mobilità sostenibile basata sull’utilizzo di fonti di energia alternativa.

Acqua
Intercettare finanziamenti per sistemare le condutture che portano l’acqua dal lago di Prizzi, e non solo, a Corleone e attivazione di ulteriori sorgenti.  Va posta particolare attenzione alle acque reflue; ripristinare e collaudare i laghi comunali situati a valle del centro abitato, dotarli di pozzetti di consegna utili all’irrigazione dei campi agricoli.
Installazione di colonnine dotate di depuratore e refrigeratore per l’erogazione di acqua alla spina, utili al fine di favorire un risparmio economico per i cittadini e limitare l’inquinamento ambientale per l’utilizzo delle bottiglie di plastica.

Riorganizzazione della macchina amministrativa
è necessario puntare all’efficienza della macchina amministrativa mirando alla valorizzazione delle risorse umane per garantire un corretto funzionamento dei servizi e per l’ottenimento  di  un personale gratificato nello svolgimento delle mansioni assegnate, con la finalità dell’incremento dell’autostima e dell’ottimizzazione dell’efficienza lavorativa. Per questa ragione, saranno proposte e definite un insieme di regole di comportamento che garantiscano il pieno utilizzo delle risorse interne e salvaguardino le competenze, le funzioni e i livelli di conoscenza e di specializzazione del personale dipendente, nonché le loro possibilità di sviluppo e di carriera.
Per migliorare la qualità dei servizi e la partecipazione attiva dei cittadini alla macchina comunale inoltreremo un questionario di soddisfazione dei servizi comunali erogati

Innovazione e Trasparenza dell’amministrazione
Innovare l’amministrazione pubblica significa soprattutto rendere trasparente l’attività amministrativa.
Sarà assicurata la pubblicazione nel sito del Comune di tutte le nomine e le designazioni di competenza comunale in altri organismi pubblici nonché, dei compensi corrisposti (anche per gli incarichi per i quali la pubblicazione non è prevista dalla legge in vigore).

Controlli amministrativi e semplificazione delle prassi amministrative
Semplificare è prendere atto dei processi legislativi, regolamentari ed amministrativi in una logica di effettiva accessibilità, fruizione ed applicazione delle regole, riducendo all’essenziale gli adempimenti amministrativi e razionalizzando il più possibile le procedure, con l’eliminazione di ogni ridondanza e sovrapposizione.
Occorre però essere concreti, ordinando le priorità e stabilendo obiettivi misurabili, secondo indicatori di performance semplici, comunicabili e collegati alla soddisfazione del destinatario finale dell’azione amministrativa.
Bisogna altresì uniformare l’azione amministrativa al principio della libertà dell’iniziativa economica e dell’autodeterminazione, demandando all’Amministrazione la normale funzione di controllo e verifica dei presupposti.
In particolare
Saranno poste in essere tutte le azioni volte:
-          Alla revisione dei regolamenti al fine di adeguarli ai principi suddetti ed alla normativa in materia di semplificazione statale e regionale.
-          All’eliminazione dei passaggi procedurali superflui e alla fissazione e all’osservanza rigorosa dei termini.

Riordino dei confini con il Comune di Monreale
Affinché la porzione di territorio della Frazione di Ficuzza che oggi appartiene a Monreale passi al Comune di Corleone in modo da acquisire la potestà tributaria a fronte dei servizi erogati ;

Manutenzione ordinaria e straordinaria della viabilità urbana e rurale
Per rendere Corleone una città fruibile è necessario occuparsi della viabilità del nostro paese, a tal fine ci occuperemo del monitoraggio di tutte le strade ricadenti nel territorio comunale, della manutenzione ordinaria e straordinaria del manto stradale. Rivendicheremo con forza all’ANAS e alla Città Metropolitana investimenti per la viabilità;

Urbanistica e Patrimonio Immobiliare
Valorizzazione a pieno del patrimonio immobiliare del Comune sia dal punto di vista economico sia da quello culturale e sociale;
Aggiornamento del regolamento sull’edilizia soprattutto per il centro storico adeguandolo alla nuova legislazione regionale;
Partecipazione ai bandi europei per il recupero del patrimonio edilizio comunale del centro storico;
Attivazione e applicazione del Paes da poco approvato dalla Commissione Straordinaria del Comune di Corleone;
Riqualificazione piazzette storiche;
Classificazione energetica del patrimonio comunale.
Progettazione e realizzazione di un parcheggio con bitume dietro l’Ospedale di Corleone; sarà previsto un piano dei parcheggi.

Lo sviluppo economico
La crisi economica globale si ripercuote in modo grave anche nel nostro territorio dove il numero di imprese in difficoltà è in costante aumento.
Oggi c’è meno ricchezza, meno occupazione e le cause di carattere generale sono ben note. L’Amministrazione Comunale, pertanto, deve svolgere un ruolo fondamentale e attivo nella gestione della crisi riattivando un processo di sviluppo locale come soggetto propulsore e promotore e dove il privato possa muoversi liberamente in un mercato dinamico, ma opportunamente regolamentato. Secondo tale logica è quanto mai necessario avviare processi di programmazione condivisi e quindi prevedere interventi di sostegno con la partecipazione dei soggetti interessati. Le competenze degli imprenditori e delle loro associazioni verranno messe a disposizione dell’intera comunità per semplificare, ridurre e migliorare l’accesso ai regolamenti comunali in materia, per predisporre incentivi finanziari in convenzione con gli istituti di credito presenti sul territorio, per promuovere progetti di marketing territoriale, di sviluppo industriale per la riqualificazione di pubblici esercizi e attività artigianali, per organizzare eventi per la promozione del turismo, dell’artigianato e del commercio. Velocizzazione amministrativa per l'apertura di nuovi esercizi commerciali e di attività di impresa in generale

Istituzione Ufficio Europa in collaborazione con Enti ed istituzioni formative
Attraverso tale ufficio, si vuole dare notevole impulso alla promozione dello sviluppo economico, sociale e culturale volto all’attivazione di canali informativi e di supporto relativi alle opportunità comunitarie. Si intende quindi attivare uno strumento operativo che mette in relazione le opportunità comunitarie con le concrete esigenze del nostro territorio per la presentazione delle richieste di finanziamento di progetti.
L’Ufficio avrà diversi ambiti di azione e il suo scopo principale sarà quello di collegare cittadinanza, amministrazioni locali e istituzioni europee attraverso specifiche azioni informative:
− azioni mirate di sensibilizzazione sulle tematiche europee;
− organizzazione di incontri, conferenze e seminari;
− elaborazione e diffusione di newsletter o bollettini informativi disponibili online.
Sarà previsto poi il settore dell'europrogettazione che si occuperà di elaborare progetti candidabili al finanziamento europeo.

Agricoltura
-          Attivare interventi di manutenzione e di salvaguardia delle strade rurali (trazzere) per mantenerle efficienti al transito dei veicoli;
-          promuovere la prima “Fiera agricola Corleonese”, manifestazione fieristica con esposizione di attrezzature agricole, prodotti artigianali e prodotti tipici del territorio, con l’intento di attuare una politica di rilancio e valorizzazione dell’agricoltura del comprensorio e delle attività artigianali veicolo per l'incrementazione del flusso turistico del territorio;
-          snellire e velocizzare le procedure burocratiche nei rapporti con le imprese agricole, gli artigiani e i commercianti. Potenziamento del “S.U.A.P.”;
-          realizzare uno sportello informativo dell’agricoltore che si avvalga di un gruppo di tecnici volontari composto di agronomi, agrotecnici, geologi, che aiuti gli agricoltori nelle istruttorie burocratiche, e che promuova la conoscenza delle politiche agricole comunitarie fornendo informazioni sui bandi regionali, nazionali e comunitari inerenti il settore agricolo;
-          promuovere la Denominazione Comunale d’Origine (Marchio DE.CO. Corleone) per la tutela e la valorizzazione dei prodotti tipici e tradizionali locali, tramite il CONSORZIO TERRE DI CORLEONE;
-          promuovere accordi di partenariato con gli altri comuni del comprensorio per la realizzazione del “Distretto del Bio”, onde agevolare le piccole e medie imprese agricole, nella promozione dei prodotti locali;
-          promuovere la “Cooperazione tra le aziende agricole” finalizzata al raggiungimento di economie di scala, mediante l'organizzazione dei processi di lavorazione e commercializzazione per avere maggiore visibilità sul mercato;
-          creare un mercato del contadino di grandi e piccoli coltivatori di prodotti locali per incentivare la produzione e la vendita con cadenza settimanale da pubblicizzare a livello Provinciale;
-          attivare un tavolo permanente per il confronto tra i diversi operatori economici e l'Ente Comunale;
-          promuovere “l’abbattimento degli interessi per i prestiti” concessi dalle banche ai giovani imprenditori agricoli che intendono effettuare investimenti per il rilancio delle loro aziende.

Turismo
Il Turismo è uno dei settori sui quali concentrare l’azione amministrativa. Occorrerà quindi incentivare gli investimenti in tale settore, favorendo la riconversione, la ristrutturazione e l' ammodernamento dell'esistente, indirizzandosi verso un offerta turistica allargata.
L’afflusso turistico, oggi notevole, legato al nome Corleone conosciuto in tutto il mondo per fatti di cronaca negativi, ma all’interno del quale sono presenti bellezze storico paesaggistiche importanti,  necessita di essere veicolato con un'offerta di servizi  molto qualificati creando sinergie con tutti i soggetti deputati.
Proseguirà l’impegno di massima valorizzazione e tutela del patrimonio storico-architettonico ed
artistico della Città. Promozione del "Brand Corleone”; Ripristino, conservazione e gestione del sito Cascate delle Due Rocche; valorizzazione della frazione di Ficuzza, fiore all’occhiello del territorio corleonese.
E’ necessario rafforzare la collaborazione con tutte le istituzioni locali e gli operatori del settore anche attraverso campagne pubblicitarie al fine di inserire l’offerta turistica all’interno di circuiti nazionali e internazionali. Altra azione prioritaria è quella di spingere sulla qualità dell'accoglienza. Ciò vuol dire cercare di attrarre tutte le potenzialità e le tipologie di turismo: dal turismo storico culturale a quello legato agli affari, sportivo, di famiglia, giovanile.
Per favorire la qualità dell’accoglienza si intende promuovere la carta dei diritti del turista, favorire la certificazione delle attività turistiche, sostenere la vendita di prodotti tipici all’interno della filiera corta, incentivare il turismo sociale e assistito creando un tessuto di strutture dedicate ai diversamente abili.
Sarà inoltre opportuno rendere la città più accogliente anche per i camperisti, creando un’area attrezzata dotata di servizi, in modo da assicurare una permanenza confortevole.
L’amministrazione porrà in essere azioni per accrescere il potenziale generativo di valore delle imprese agrituristiche, degli alberghi e della recettività tutta al fine di rendere più appetibile il sistema turistico locale.
Si incentiverà la creazione di mercatini zonali per valorizzare tutto il territorio.
Creazione di un info point turistico in Piazza Falcone e Borsellino. Inoltre, si provvederà a tenere aperte, dopo accordo con gli enti proprietari, le chiese, i musei, la Cascata delle due Rocche ecc…
Dal punto di vista turistico si può pensare alla creazione di un circuito cittadino con pagamento di un ticket unico e visita dei principali luoghi di interesse storico culturali;
Creazione di una database di tutte le strutture alberghiere, associazioni che promuovono il turismo, itinerari e luoghi da visitare dove il comune, con la sia partnership, proporrà a i tour operator tutte le attrattive presenti nel territorio;

Associazionismo
Al fine di favorire una maggiore partecipazione attiva, sarà dato notevole impulso al mondo dell’associazionismo anche attraverso la pubblicizzazione dell’albo delle associazioni. Le libere associazioni e il volontariato rappresentano una ricchezza culturale, sociale ed economica per la Città. E’ fondamentale quindi, metterle nelle condizioni di poter operare ciascuno nel proprio settore snellendo gli aspetti burocratici a loro carico e sostenendoli nella realizzare dei propri obiettivi. Le associazioni sono fondamentali per coltivare gli interessi dei cittadini, favorire la socializzazione ed il dialogo, superare l’isolamento e l’individualismo della società moderna.

Sport
Lo sport come la scuola è un elemento fondamentale per la socializzazione dei giovani e dei meno giovani, insegna a faticare per raggiungere obiettivi più o meno ambiziosi, rafforza lo spirito di gruppo e la capacità di fare squadra. Pertanto tutte le associazioni sportive e di singoli individui che si impegnano sul territorio promuovendo attività fisica, agonistica ed amatoriale meritano la giusta attenzione affinchè l’amministrazione non sia un ostacolo da superare ma diventi trampolino di lancio, facendo tesoro di tutte le realtà che focalizzano le loro attività nella promozione sportiva e ricreativa.
Creare e valorizzare veri e propri “percorsi della salute” all’interno di aree verdi come il parco fluviale delle due rocche e attenzionando antichissime vie di comunicazione come la “Scala del Santissimo Salvatore”, un sentiero millenario che parte dall’omonimo colle e si inerpica nell’arenaria della “Rocca dei Maschi”, un vero e proprio paradiso a due passi del centro storico corleonese, un mix di panorami pittoreschi, scorci ricca di storia, arte ed archeologia.
Potenziare l’attività sportiva nelle scuole, incentivare la collaborazione da parte di associazioni o comitati, programmare uscite periodiche, campi scuola ed eventi di vario genere.
Proporre alle associazioni di organizzare durante l’anno solare eventi sportivi multidisciplinari, ad esempio settimana dello sport, olimpiadi cittadina, campionati, giochi di quartiere, interessando ogni angolo della città affinchè l’amministrazione tenga i riflettori accesi anche nelle viuzze più nascoste del centro abitato e solitamente più esposte al degrado.
Impegnarsi affinchè lo sport annulli totalmente il disagio che spesso subiscono i diversamente abili organizzare attività ricreative che valorizzi il potenziale e la passione affinchè si annulli ogni forma di disuguaglianza promuovendo una reale politica di pari opportunità. Attenta analisi al settore calcio per un supporto della squadra della categoria maggiore e del settore giovanile;
Sostenere gli sport base, come la corsa, il tennis ecc… Valorizzazione degli impianti polivalenti e individuazione e dei sentieri naturalistici per i podisti che vogliono fare la corsa campestre;
Creare una rete di comuni per far risorgere il Rally Conca D’Oro;
Impegno e supporto alle associazioni sportive;
Valorizzazione degli sport come il ciclismo; e favorire l’organizzazione delle manifestazioni sportive supportando le associazioni.
Convenzione con i centri o le associazioni sportive per attività con i disabili.
Istituire “LA GIORNATA DELLO SPORT” con la consegna di attestati per meriti sportivi agli atleti che, durante l’anno si sono distinti nei vari campionati delle varie discipline.
Prevedere presso la Villa comunale, un’area per l’istallazione di attrezzatura per la pratica del Callistenic, ristrutturazione del campo di bocce.

Cultura e identità culturale
Una società culturalmente elevata è garanzia di sviluppo e di vivere civile. La comunità deve saper meglio riconoscersi e farsi riconoscere e in tale dinamica risulta essenziale l’ apertura culturale e la riappropriazione del patrimonio comune da parte della collettività. Le arti, i saperi, le tradizioni sono parte inscindibile della identità culturale. Risulta fondamentale recuperare, valorizzare, promuovere e rendere fruibili i beni patrimoniali materiali e immateriali per meglio esprimere la ricchezza del bagaglio culturale corleonese.
 Il patrimonio storico, culturale ed ambientale sarà pensato in una nuova prospettiva attraverso il coinvolgimento in prima persona della popolazione, delle istituzioni e delle associazioni culturali.
Sarà necessario sostenere gli eventi culturali promossi dalle realtà del territorio quali le associazioni e le organizzazioni di volontariato, coordinando e migliorando le occasioni di svago e di festività (Programmi Estivi,Carnevale, Natale ecc..) inserendo le stesse in manifestazioni di importanza nazionale e di richiamo sovra locale.
 Recuperare sul piano della credibilità e promuovere tutto ciò che riguarda la ricerca storica (usi, costumi, saggezza popolare, gastronomia locale, manifestazioni religiose, feste stagionali, espressioni etnomusicali, letteratura ed arte popolari) e collegare ad essa la valorizzazione dei beni culturali senza alcuna preferenza di sorta. Infine promuovere tutte le attività legate alla tradizione attraverso particolare tutela degli insediamenti artigianali e delle maestranze locali.
Valorizzazione di prodotti tipici del territorio e nel periodo estivo organizzazione di sagre per le vie del paese che prevedano anche dei ticket che possano servire a coprirne le spese;
 Inoltre ideare un piano di sviluppo che crei un “circuito della cultura" che coinvolga il paesaggio, l’architettura, il saper fare, le testimonianze orali della tradizione, attraverso una progettualità mirante ad interessanti risvolti economici.
Obiettivo fondamentale sarà quello di valorizzare i punti di forza del territorio, attraverso la tutela ed il recupero di edifici storici, la protezione di ambienti naturali, la promozione di attività lavorative tradizionali, lo sviluppo della memoria collettiva (anche mediante attività didattica e di ricerca) con la finalità di far riscoprire al territorio la propria identità attraverso un “distretto culturale”.
Si mirerà a creare una interconnessione a rete tra luoghi di cultura (musei, attività tradizionali, circoli sociali, aree di interesse storico-architettonico-archeologico ecc.); pertanto a rendere la popolazione partecipe alla valorizzazione del patrimonio collettivo, per ottenere un territorio competitivo culturalmente ed economicamente.

Politiche sociali
Scuola La scuola insieme alla famiglia ha un ruolo centrale ed insostituibile per la formazione ed educazione dei più giovani.
La scuola sarà uno dei punti fondamentali del confronto tra Comune e cittadini, attraverso un percorso condiviso e consapevole, volto a migliorare il livello generale dell’offerta scolastica. Deve essere il punto di partenza di un’idea di città che per noi ha un valore primario. Sostanzialmente significa avere piena coscienza che i bambini sono i protagonisti del nostro futuro e devono essere educati e cresciuti nella consapevolezza del bene comune, affinché siano un domani prima di tutto cittadini responsabili e solidali. Un’amministrazione realmente innovativa deve necessariamente considerare il mondo della scuola, come imprescindibile punto di partenza di una diversa idea della società nella quale l’obiettivo principale deve essere quello di rivendicare la centralità della scuola.
L’intento è quello di creare un coordinamento tra l’Amministrazione Comunale, gli enti pubblici sovracomunali, le associazioni portatrici di interessi, i genitori e il sistema delle scuole primarie e secondarie (insegnanti e ragazzi).
Saranno attivate azione volte alla difesa del diritto allo studio (trasporto scolastico, mense, libri di testo, integrazione), saranno promosse azioni volte alla formazione interculturale, ambientale, alla salute e alla sicurezza e sarà dato nuovo impulso alle politiche dell’inclusione. Saranno favorite le attività di orientamento scolastico, gli scambi internazionali (gemellaggi, progetti europei le attività sportive e culturali legate ai percorsi extradidattici.)
Saranno programmati interventi di miglioramento degli edifici scolastici, saranno adottate regole di efficienza energetica, bioedilizia e recupero dei rifiuti, condividendo le decisioni con docenti e genitori. Si intende consolidare ed ampliare i progetti scolastici legati a teatro, musica, lettura, giorno della memoria, attività interculturali, progetti specifici per diversamente abili ed educazione ambientale.

Malgrado i notevoli tagli al “sociale” imposti dalle Leggi finanziarie nazionali e regionali, si intende proseguire nel sostegno alle categorie più deboli con strumenti specifici.
Realizzazione di un centro ricreativo per donne anziane, dove poter svolgere attività di carattere ricreativo e socializzante per prevenire l’emarginazione, la solitudine e l’inattività di queste persone; il centro di aggregazione deve promuovere l’inclusione sociale della persona anziana nel territorio corleonese e la collaborazione con il tessuto sociale e il mondo dell’associazionismo.
Gli anziani sono una risorsa fondamentale per la nostra Città. L’amministrazione ha come obiettivo quello di fornire sempre maggiore assistenza ed una rete di servizi adeguati con la collaborazione fondamentale non solo delle famiglie interessate ma soprattutto dell’associazionismo laico e cattolico. La rete che si deve costituire intorno alla fascia della terza e quarta età deve avere come obiettivo quello di valorizzare e rendere parte attiva del tessuto sociale la Comunità degli anziani intesi come risorsa, quindi per esempio possono essere coinvolti in azioni di volontariato (possono aiutare i bambini ad attraversare la strada, possono fornire un aiuto nel centro diurno per disabili o in altre manifestazione, etc…)

Le persone diversamente abili una comunità deve necessariamente prendersi cura di tutte le fasce di popolazione promuovendo le pari opportunità in maniera concreta. È necessario puntare sulle risorse delle persone e favorire lo sviluppo di un integrazione sociale ottimale, con il coinvolgimento diretto nella partecipazione alla vita politica e sociale, per ridurre ed eliminare il rischio di isolamento sociale. Creazione di un centro diurno per persone con disabilità (con utilizzo di spazi e personale comunale opportunatamente formato) che possa fornire un valido sostegno alle famiglie e alle persone che partecipano con l’obiettivo di migliorare la loro qualità di vita e sviluppare le risorse in loro presenti evitando il rischio di isolamento e emarginazione.
Creazione di progetti in attuazione della legge Dopo di Noi (disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità gravi prive del sostegno familiare). Attivazione della figura dell’assistenza igienico sanitario e assistente all’autonomia e alla comunicazione per disabili. Convenzione con i centri o le associazioni sportive per attività con i disabili

I giovani è necessario puntare all’ aggregazione giovanile. Si potrebbe creare un centro culturale in una parte dell’ex Ospedale dei Bianchi per diventare lo “Spasimo corleonese” dedicandolo a Giuseppe Letizia, il pastorello ucciso proprio in questa struttura perché aveva assistito all’omicidio di Placido Rizzotto; tale centro deve diventare punto di riferimento fondamentale per l’aggregazione giovanile e mira alla promozione del benessere sociale e alla prevenzione del disagio. Deve diventare un luogo di aggregazione e di socializzazione in cui sperimentare un sano utilizzo del tempo libero.
Valorizzare e sostenere lo sviluppo della Consulta Giovanile, perche ì ragazzi possano sentirsi cittadini attivi nella partecipazione alla vita politica e sociale del territorio, stimolando lo scambio intergenerazionale e la possibilità di un dialogo costruttivo che miri al raggiungimento di obiettivi comuni per il nostro territorio.

I Bambini, Corleone deve diventare a misura di bambino: è necessario creare degli spazi, utilizzando locali e personale del comune, per dar vita a luoghi come ludoteche o spazi laboratoriali, soprattutto nel periodo estivo per fornire un servizio alle famiglie e dare nuove opportunità formative e di crescita per i bambini;

È necessario ritornare a vivere le piazze: le persone devono essere coinvolte nel tessuto sociale del nostro territorio stimolando la partecipazione attiva e la responsabilità per attuare un cambiamento sostanziale del nostro paese, per tale motivo l’amministrazione deve dare l’input e coinvolgere i cittadini a partecipare alla vita politica attraverso assemblee pubbliche o di quartiere e coinvolgimento nelle scelte politiche che si fanno;

Le manifestazioni di carattere culturale o ludico (come per esempio carnevale, o altre di carattere più culturale come per esempio indire un premio di poesia o valorizzare gli artisti locali del passato e del presente) devono servire a dare lustro alla nostra città, puntando su eventi di alta qualità che effettivamente possano portare ad una pubblicità positiva e ad un incremento turistico, ciò determina anche uno sviluppo economico per le attività commerciali del territorio. In tale prospettiva tutta la popolazione deve essere coinvolta guardando quindi a tali eventi come un veicolo di sviluppo economico;

Opere di abbellimento dei quartieri attraverso la promozione di concorsi per artisti locali e non solo, ma anche attraverso il coinvolgimento dei quartieri e delle persone che vi vivono e che possano prendersi cura degli spazi pubblici;

Donne vittima di violenza: apertura di un servizio che possa rispondere a tali esigenze;

Possono essere promossi una serie di eventi e manifestazione che possano favorire la possibilità di ritornare a vivere in maniera attiva e partecipata Corleone, tornando a vivere le piazze; come manifestazioni a costo zero (balcone fiorito, vetrina più belle per Natale, etc….). Premiazioni delle eccellenze locali.  

Si possono creare delle convenzioni con il tribunale per la messa alla prova e lavori di pubblica utilità che possano servire all’intera comunità e possono rappresentare un importante momento di crescita sociale.

Comitati di quartiere il tema della Democrazia Partecipativa è un argomento fondamentale per affermare un’idea della politica non solo leaderistica, ma che sappia rispondere alle reali necessità dei cittadini; fondamentale per confermare il valore del decentramento istituzionale e gestionale attraverso cui i cittadini, facendo emergere direttamente i propri bisogni, assumono funzione attiva di proposta. Affinché questo nuovo rapporto si concretizzi è necessario che al cittadino si garantisca uno spazio reale di emersione dei propri bisogni, libero e franco da logiche ed interessi di parte.

Tutela Animali
Particolare attenzione sarà posta anche nei confronti dei diritti degli animali con la creazione di strutture adeguate.
Saranno coinvolte le associazioni riconosciute e saranno favoriti incontri nelle scuole per la sensibilizzazione al rispetto degli animali, insegnando l’applicazione delle leggi in vigore. I giardini comunali saranno dotati di adeguate aree di sgambamento riservate ai cani.

Partecipazione attiva e trasparenza
Il nostro programma sarà caratterizzato dalla attivazione di processi partecipativi e di trasparenza, al fine di coinvolgere pienamente e responsabilmente i cittadini nelle scelte amministrative.
Il punto di partenza sarà la realizzazione del bilancio partecipato, per passare poi alle scelte di riqualificazione urbanistica, infrastrutturale, culturale e sociale.
Si vogliono attuare dei processi d’innovazione nello Statuto e nei regolamenti finalizzati a favorire strumenti diretti di consultazione dei cittadini, anche via internet;
Istituire nuove consulte democratiche con il fine di favorire le politiche di sviluppo economico - sociale nonché urbanistico e di proporre e monitorare le attività culturali, sportive e del tempo libero;
Istituire l’ufficio di promozione sociale”, per monitorare, facilitare e migliorare l’utilizzo dei servizi per anziani, minori e soggetti deboli in generale;
Pieno coinvolgimento della cittadinanza attraverso la promozione di un centro di raccolta informazioni”, per le segnalazioni dell’utenza su condizioni di strade, scuole, parchi e giardini passaggi pedonali, micro delinquenza, funzionamento dei servizi pubblici, sicurezza del lavoro;
Creazione della Consulta degli immigrati con l’attivazione dello sportello dedicato all’integrazione, ufficio informativo che sarà dotato di un numero verde, con funzione di indirizzo in materia di lavoro, scuola, sanità e assistenza.
Istituzione di un registro di cittadini volontari” che intendono offrire la propria opera di collaborazione senza fini di lucro. A titolo esemplificativo per eventi eccezionali (spalatori di neve), servizio per anziani, bambini ed assistenza davanti alle scuole, per la cura del verde pubblico e del decoro ambientale.

Informazione e comunicazione
Al fine di garantire un’informazione corretta e puntuale bi direzionale : cittadino - comune – cittadino l’impegno sarà quello di utilizzare tutti i canali informativi compresi quelli telematici come ad esempio:
Costante aggiornamento del sito internet, presentazioni pubbliche, rendicontazione sociale (linee programmatiche del sindaco, bilancio sociale, bilancio ambientale), indagini sulla soddisfazione del cittadino rispetto ai servizi resi, trasmissione sul web delle riunioni del Consiglio Comunale, pubblicazioni comunali specifiche e settoriali.
Inoltre sarà istituito un Ufficio Qualità, per monitorare la percezione e la soddisfazione che i cittadini hanno rispetto ai servizi pubblici.

Nessun commento: