martedì 23 maggio 2017

Picchiato e lasciato a terra con una frattura al cranio, poi la rapina: arrestati, uno è minorenne

Sono accusati di rapina, tentato omicidio e di avere agito con premeditazione i due sospettati, fra cui un minorenne, coinvolti in una brutta storia di violenze che ha avuto come vittima un ultra ottantenne lasciato per terra con una frattura al cranio.
I fatti risalgono al 15 aprile scorso e lo scenario è il comune di Gioiosa Marea, nel Messinese, in aperta campagna, dove vive l’anziano.
L’uomo stava mungendo una capra nell’ovile, adiacente alla sua abitazione, quando è stato raggiunto da uno dei due fermati, un diciassettenne, originario di Corleone, che lo ha colpito ripetutamente alle spalle con un bastone. Quando la vittima ha tentato di reagire sarebbe entrata in scena una donna, di 30 anni, nata a Termini Imerese, che avrebbe picchiato l’anziano l’ultraottantenne con delle pietre.

Nessun commento: