venerdì 23 dicembre 2016

Il Direttore Generale dell’ASP Candela mercoledì fornirà i dati veri e reali sull’Ospedale di Corleone

Dopo l’ultimo articolo pubblicato sul giornale “La Repubblica” nel quale si descrive un nosocomio poco sicuro, Giuseppe Crapisi ha scritto, a nome del Comitato Pro Ospedale, al Direttore Generale Antonio Candela per avere dei chiarimenti.
Il Direttore ha immediatamente risposto “che nel rispetto di un impegno assunto con l’intera comunità corleonese, mercoledì prossimo 28 dicembre sarò all’Ospedale “Dei Bianchi” insieme ai vertici amministrativi e sanitari dell’Azienda. Dopo l’attivazione il 30 settembre scorso delle due nuove sale parto ed il 3 novembre della nuova area di radiodiagnostica (che come sai, dopo quasi 4 anni, è a disposizione anche dell’utenza esterna), attiveremo il nuovo laboratorio d’analisi ed il nuovo Pronto Soccorso. Sarà l’occasione per presentare alla cittadinanza ed alla stampa un Ospedale ristrutturato e riqualificato grazie ad  un investimento di 2 milioni e mezzo di euro (somma ricavata dall’avere revocato appalti sovrastimati), ma sarà, soprattutto, l’occasione per il ripristino della verità dei fatti: forniremo in maniera chiara e cristallina (come abbiamo sempre fatto) i dati veri e reali dell’Ospedale di Corleone che riveste un straordinaria importanza nella politica aziendale dell’Asp di Palermo.
Purtroppo come spesso ripeto, i nemici dell’Ospedale 
sono sempre in agguato, ma “loro” possono soltanto utilizzare le chiacchere, mentre noi portiamo fatti, cioè investimenti, ristrutturazioni, opere di riqualificazioni ed indici di produttività da maglia rosa (se vogliamo utilizzare una metafora ciclistica) e non da maglia nera come “qualcuno” vorrebbe far credere”.
Il Comitato Pro Ospedale – dichiara Giuseppe Crapisi - attende ancora l’incontro con l’Assessore Regionale alla Salute Gucciardi per un confronto sereno in merito al Piano della rete ospedaliera. Non vorremmo che qualcuno volesse screditare il nostro Ospedale per poterlo in seguito depotenziare. Per questo motivo ho immediatamente sentito il Direttore Generale Candela affinché chiarisca la situazione. Siamo vigili e attenti a difesa del nostro Ospedale.


Nessun commento: