sabato 5 giugno 2010

CORLEONE: DEROGA ORARI NEGOZI IN 171 COMUNI TURISTICI SICILIANI

(AGI) - Palermo, 1 giu. - Ben 171 amministrazioni siciliane potranno derogare ai tradizionali orari di apertura e chiusura degli esercizi commerciali. Lo stabilisce il provvedimento dell’assessore regionale alle Attivita’ produttive Marco Venturi. La deroga varra’ a partire da oggi e fino al 30 settembre. Si tratta in particolare dei comuni ad economia prevalentemente turistica, le citta’ d’arte e le zone con maggiore afflusso turistico, spiega Venturi che oggi ha firmato il decreto con cui si fissano le deroghe ai tradizionali orari di apertura e chiusura secondo quanto previsto dalla legge regionale 28/1998. Sentiti l’Osservatorio regionale per il commercio e le Province, il decreto individua come citta’ ad economia prevalentemente turistica e citta’ d’arte 12 comuni dell’agrigentino, tra cui Licata, Menfi, Porto Empedocle, Racalmuto e Sciacca; 3 del nisseno, tra cui Gela; 30 del catanese, tra cui Acireale, Caltagirone, Catania e Zafferana Etnea; 5 dell’ennese, tra cui Enna, Nicosia e Piazza Armerina; 51 del messinese, tra cui Capo D’Orlando, Giardini Naxos, Messina, Milazzo, Mistretta, San Fratello, Santa Maria Salina, Scaletta Zanclea e Taormina; 37 del palermitano, tra cui Bagheria, Cefalu’, Corleone, Isola delle Femmine, Termini Imerese e Ustica; 7 nel ragusano, tra cui Modica, Pozzallo, Ragusa e Vittoria: 11 nel siracusano, tra cui Augusta, Avola, Noto, Pachino e Siracusa; e 15 nel trapanese, tra cui Calatafimi Segesta, Castellammare del Golfo, Castelvetrano, Selinunte, Favignana, Gibellina, Mazara del Vallo e San Vito Lo Capo. (AGI) Mrg

Nessun commento: