sabato 8 maggio 2010

CORLEONE: BOTTE ALLA CONVIVENTE. PREGIUDICATO ARRESTATO DAI CARABINIERI.

Corleone (Palermo) 8 maggio 2010. I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Corleone ieri sera hanno tratto in arresto i flagranza del reato di lesioni personali dolose e maltrattamenti in famiglia, EL TEWATI Riyad Mohamed, 38enne, disoccupato, pregiudicato, cittadino libico.
I Militari sono accorsi su richiesta presso la sua abitazione in C.da San Marco dove era stata appena segnalata alla Centrale Operativa della Compagnia di Corleone una lite in famiglia.

Sul posto i militari hanno trovato la convivente dei EL TEWATI in compagnia dei suoi tre figli minori. La donna presentava una vistosa ferita al volto e perdeva molto sangue, tanto che i Carabinieri hanno immediatamente chiamato un’ambulanza del 118 per le cure del caso. Per fortuna la donna non ha riportato gravi traumi.
Intanto l’attività d’indagine permetteva di appurare che a colpire la donna era stato proprio il convivente e alla base del gesto vi sarebbe una discussione nata per futili motivi. EL TEWATI veniva quindi immediatamente rintracciato e condotto in caserma dove veniva dichiarato in stato di arresto.
L’uomo è una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine. Circa due anni fa era infatti già stato tratto in arresto sempre dai Carabinieri di Corleone e sempre per maltrattamenti in famiglia.
L’arrestato terminate le formalità di rito è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Corleone e stamattina verrà giudicato con rito direttissimo presso il Tribunale di Termini Imerese. www.mediterraneonline.it
Palermo, 08 maggio 2010

Nessun commento: