martedì 9 febbraio 2010

Siviglia neo Presidente del Consorzio Sviluppo e Legalità

Palermo, 9 feb. - (Adnkronos) - Giuseppe Siviglia, sindaco di San Giuseppe Jato (Palermo), e' passato alla guida del Consorzio ''Sviluppo e Legalita''', che gestisce i beni confiscati alla mafia di otto comuni del palermitano. Oggi pomeriggio si e' riunita l'assemblea dei sindaci dei comuni per l'elezione del nuovo presidente, succeduto a Tonino Giammalva, sindaco di San Cipirrello. Alla riunione erano presenti i primi cittadini dei Comuni di San Giuseppe Jato, San Cipirrello, Monreale, Roccamena, Corleone, Piana degli Albanesi, Camporeale e Altofonte. Sono stati eletti vice presidenti del Consorzio il sindaco di Roccamena, Salvatore Graffato, e di Monreale, Filippo Di Matteo.

"Ringrazio il presidente uscente per l'operato e per l'impegno, - ha detto Giuseppe Siviglia - e mi impegno per portare avanti le problematiche del Consorzio. Il primo obiettivo e' quello di sollecitare la Regione per ottenere i contributi straordinari, che in questi due anni il Consorzio non ha ricevuto, rischiando il fermo delle proprie attivita'''. Apprezzamento per la nomina e' stato espresso dal presidente della Provincia di Palermo, Giovanni Avanti. ''La nomina di Giuseppe Siviglia alla guida del Consorzio Sviluppo e Legalita' - ha detto - dara' nuovo impulso al Consorzio che svolge un'importante funzione in un settore delicato come quello dei beni confiscati. A Siviglia auguro buon lavoro, certo che il suo impegno sara' prezioso''.

Nessun commento: