mercoledì 3 febbraio 2010

RIFIUTI: AMIA REVOCA ISTANZA FALLIMENTO ALTO BELICE AMBIENTE

(AGI) - Palermo, 3 feb. - E’ stata revocata l’istanza di fallimento presentata dall’Amia nei confronti della societa’ Alto Belice Ambiente che gestisce il ciclo integrato dei rifiuti nel comprensorio tra Monreale e Corleone. L’Amia questa mattina ha depositato istanza di rinunzia al ricorso davanti al Tribunale Fallimentare di Palermo. Lo rende noto Salvino Caputo, presidente del consiglio di amministrazione della societa’ Alto Belice Ambiente e deputato regionale del Pdl. “Abbiamo proposto al commissario liquidatore dell’Amia, Gaetano Lo Cicero -ha affermato Caputo- un piano di rientro che e’ stato condiviso anche dal consiglio di amministrazione dell’Ato. La pendenza della procedura fallimentare stava determinando un danno molto grave sia all’immagine della Societa’ nei confronti dei fornitori, sia per il futuro della Societa’ e dei lavoratori. Adesso avvieremo, come gia’ concordato anche con i sindacati -ha concluso Caputo- il piano industriale della Societa’ che passa attraverso la riduzione dei costi di conferimento in discarica, la raccolta differenziata a la apertura delle due discariche di Corleone e Camporeale”. Intanto il dipartimento regionale dei Rifiuti e delle acque ha autorizzato l’Ato di Monreale a conferire i rifiuti provenienti dalla raccolta nei Comuni del Corleonese presso la discarica di Siculiana, un soluzione che permettera’ di risparmiare 60 euro a tonnellata, per circa 900 mila euro all’anno. (AGI) Rap/Mzu

Nessun commento: