lunedì 1 febbraio 2010

Bisacquino (PA): controlli al depuratore comunale. Carabinieri denunciano due persone.

Bisacquino (Palermo) 01 febbraio 2010. I Carabinieri della Stazione di Bisacquino, dipendenti dalla compagnia di Corleone, hanno eseguito un controllo al depuratore comunale , al fine di accertare il corretto rispetto delle norme in materia di smaltimento dei rifiuti.

L’impianto di depurazione a servizio della rete fognaria sorge in località Catrini-Pignato, agro del comune di Bisacquino e la gestione è concessa in appalto ad una società privata specialista del settore con sede in Mazara del Vallo.

I Militari dell’Arma hanno accertato che sul posto vi era una consistente quantità di fanghi da depurazione non smaltiti entro un anno solare come prescritto dalla normativa in materia.

Infatti dal controllo dell’apposito registro risultava che l’ultimo smaltimento era stato effettuato nel luglio del 2008 quindi i fanghi presenti non potevano più essere considerati deposito temporaneo bensì attività di raccolta rifiuti non autorizzata.

Tale attività di controllo ha quindi portato alla denuncia a piede libero alla Procura della Repubblica di Termini Imerese del il responsabile legale della società che si occupa della gestione dell’impianto e del socio e preposto alla gestione tecnica della stessa società.

I controlli effettuati si inseriscono in un’attività più ampia che ormai da più di un anno viene effettuata con regolarità in tutto il territorio di competenza della Compagnia di Corleone al fine di prevenire e reprimere i reati in materia ambientale che tanto danno hanno provocato soprattutto belle aree rurali e che hanno portato alla proroga dello stato di emergenza nella provincia di Palermo.www.melitoonline.it

Nessun commento: