domenica 29 novembre 2009

MAFIA: VIGNA, INDAGATO NON VA INFORMATO

Se c'e' di mezzo un reato di mafia "l'indagato non puo' sapere di essere indagato per tutelare la segretezza delle indagini". Lo dice al Corriere della Sera l'ex procuratore antimafia, Pierluigi Vigna, che aggiunge: "Pubblicita' non c'e' in questo tipo di indagini sulla mafia", quando un presunto indagato chiede se e' indagato "deve ricevere una risposta in ogni caso negativa se si tratta di reati di mafia. E' stabilito dal codice di procedura penale. E' l'applicazione del cosiddetto 'doppio binario'".

www.repubblica.it

Nessun commento: