sabato 5 settembre 2009

MAFIA: IPOTECA BLOCCA USO TERRENO CONFISCATO A BRUSCA

(AGI) - Palermo, 4 set. - "Un importantebene immobile definitivamente confiscato a Brusca Giovanni e ricadente in territorio di Monreale , non puo' essere assegnato per finalita' pubbliche ed imprenditoriali , in quanto la Serit ha iscritto una misura ipotecaria impedendone di fatto la assegnazione". Lo rende noto il parlamentare regionale del Pdl, Salvino Caputo, dove si trova il bene. Caputo ha chiesto al direttore generale della societa' di riscossione Serit di verificare le procedure per la cancellazione della garanzia patrimoniale che di fatto impedisce il pieno utilizzo dell'immobile. Si tratta di un vasto appezzamento di terreno, ricadente in contrada Signora , dove la Regione Siciliana e in particolare l'Azienda delle foreste demaniali , aveva da tempo assicurato la disponibilita' a realizzare un percorso ambientale guidato per le scuole e un parco pubblico " Si fa tanto parlare di ridurre i tempi per la confisca e per la assegnazione dei beni confiscati - ha aggiunto Salvino Caputo - e di consentire di rendere immediatamente fruibili i beni per assegnarli a pubbliche finalita' e sottrarli alla materiale disponibilita' dei boss di Cosa nostra, e invece basta un mancato raccordo tra Enti pubblici per impedire la utilizzazione di un bene di notevole importanza in quanto confiscato al boss Brusca Giovanni che dopo avere materialmente ucciso Giovanni Falcone e la sua scorta ha ordinato il rapimento e la soppressione del piccolo Giuseppe di Matteo".

Nessun commento: