venerdì 9 gennaio 2009

Riina jr torna in carcere

La corte di Cassazione ha messo la parola fine alla storia, la condanna di otto anni e dieci mesi per associazione mafiosa è ora definitiva. I carabinieri del Ros ieri sera, intorno alle 22.45, hanno prelevato dalla sua abitazione Giuseppe Salvatore Riina, notificandogli l'ordine d'arresto. Per lui si riaprono le porte del carcere. Dovrà scontare i residui 10 mesi circa di pena. Ma la sentenza lascia anche una coda: sono stati trasmessi al pg atti relativi a un presunto riciclaggio non contestato nell'arco dei vari gradi di giudizio. Se sarà il caso, sarà aperta un nuovo procedimento giudiziario su Riina jr.

Gli Ermellini hanno dato ragione al pg Vito D'ambrosio: Riina non aveva una sua 'banda' staccata dalla mafia, ma "ha dato vita ad una sorta di 'nicchia' sempre all'interno di Cosa nostra". Con lui, infatti, sono stati condannati anche Antonino Bruno (7 anni e 4 mesi) e Iliano Baiamonte (5 anni e 4 mesi) in via definitiva.

La Suprema Corte si era già pronunciata in merito a questo processo, rimandandolo in Appello per carenze nelle motivazioni della sentenza di condanna per associazione mafiosa. Nello stesso provvedimento faceva cadere per l'imputato l'accusa di estorsione. La sentenza d'appello-bis, del 27 dicembre 2007, è stata ora confermata dai giudici del 'palazzaccio'.

Giuseppe Salvatore Riina, in primo grado, era stato condannato a 14 anni e 6 mesi, mentre in appello la pena era stata di 11 anni e 8 mesi, poi ridotta a 8 anni e 10 mesi nell'appello-bis, dopo il rinvio della Cassazione. Lo scorso 28 febbraio è stato scarcerato per decorrenza dei termini di custodia cautelare, da allora ha obbligo di dimora a Corleone.

www.ilove-sicilia.it

Nessun commento: