domenica 26 ottobre 2008

Carovana Antimafie a Massa Carrara 26 ottobre


Stamattina sveglia presto, da Montecatini dobbiamo partire ed arrivare a Massa, dove ci aspettano gli studenti del Liceo Psicopedagogico, che ci hanno invitato per la loro assemblea. Ma oggi non è l’unica scuola che ci attende, infatti subito dopo ci spostiamo a Carrara al Liceo Marconi, dove la preside ci accoglie con grande calore. L’importanza della scuola, dell’educazione alla legalità è condivisa da tutti e anche grazie a queste persone noi possiamo portare avanti la nostra “missione”. I ragazzi sono tanti e pieni di interesse per la nostra iniziativa, ci hanno scritto un saluto, un buon augurio per la carovana ma anche una dichiarazione di solidarietà e una promessa di impegno, un bel momento! Per pranzo c’è stata forse la sorpresa più bella della giornata, infatti per la prima volta siamo stati ospiti dei cavatori della Cooperativa Gioia, che ci hanno accolto con grande gioia che personalmente mi ha emozionato enormemente. Persone davvero disponibili che davvero sono l’emblema del lavoro operaio. Ci hanno mostrato le cave e con grande felicità ci hanno spiegato il loro lavoro. Eravamo affascinati, sono davvero persone che ci porteremo dietro nel nostro viaggio e non solo Nei saluti ci siamo scambiati impegni reciproci.La loro volontà è quella di stringere un patto di amicizia con i soci lavoratori della Cooperativa Lavoro e Non Solo. La presenza di Marta Fiore e di Luciano Silvestri hanno ben coronato l’intera giornata. Poi il pomeriggio il nostro sit-in nel centro di Carrara e la tavola rotonda sulla presenza della criminalità organizzata nella provincia di Massa Carrara. A seguire un cena della legalità in un circolo arci . Il tutto ben coordinato e condiviso dalla Camera del Lavoro di Massa Carrara e i Comitati Arci di Massa e Carrara: vi sembra poco! L’immagine più bella della giornata? Gli occhi lucidi dei soci lavoratori e cavatori della Cooperativa Gioia!!

E’ proprio vero anche il valore del lavoro “unisce”!!

Un saluto Maurizio Pascucci

Nessun commento: