giovedì 6 dicembre 2007

Velo si velo no

In classe c'è una ragazza con la testa coperta da fazzoletti ben chiusi intorno alla gola. Qualcuno (la solita simpatica, libera e indipendente e non sto facendo dell'ironia) le ha chiesto se non avesse caldo. Subito ne ho approfittato per chiederle come mai nella foto del modulo di iscrizione avesse la testa scoperta e siccome è davvero bella, le ho detto che senza fazzoletto è ancora più bella. Lei ha risposto che quella era una foto prima del matrimonio e che dopo per "rispetto" lei e solo lei ha voluto coprirsi. La solita libera e indipendente ha cominciato a inveire contro gli uomini, io avevo paura che l'altra si offendesse, ho chiesto timidamente - per rispetto di chi? - lei un po' per l'taliano così e così, un po' per giustificarsi, subito ha detto che lei ha deciso così, loro fanno così. L'altra continuava a elencare i diritti delle donne in Europa, io chiedevo a quella coperta, se nel suo paese, prima, avesse avuto un lavoro, visto che, dice lei, ha fatto l'università. Lei ha risposto che il lavoro a suo marito non piace e a lei non piace, lei solo vuole stare a casa con i bambini e il marito va a lavorare. Insomma che dire? Io non so mai che dire, superficialmente direi - contenta lei! -. A me basta che i diritti delle donne qui, rimangano ben saldi e che al bisogno servano anche a quelle donne che pensano di non averne bisogno. (nella foto una studentessa dell'anno scorso)

www.stranistranieri.blogspot.com

Nessun commento: