martedì 4 dicembre 2007

“Laboratorio della Legalità”: il Sindaco accetta le proposte

Vi invitiamo a partecipare al Bando!

scarica il bando


Un mese fa avendo preso visione del Bando del Comune di Corleone per la costituzione dell'Associazione “Laboratorio della Legalità Paolo Borsellino” ho criticato duramente la bozza dello statuto, in quanto c'erano alcuni punti che rendevano tale associazione del tutto controllata dall'amministrazione comunale. Il Sindaco Iannazzo alcuni giorni dopo ci ha convocati ed ha mostrato la sua disponibilità a rivedere i punti critici ed a modificare la Bozza dello Statuto. Dalla Redazione sono venute fuori le proposte che sono divenute proposte dell'intero circolo IncontrArci e nello stesso tempo si è aperto una discussione con le associazioni a noi vicine, che anch'esse avevano perplessità sul bando, per presentare le proposte tutti insieme. Così la Cooperativa Lavoro e non solo, la Camera del Lavoro, il Circolo Auser di Corleone, Città Nuove e noi del Circolo IncontrArci abbiamo proposto al Sindaco le modifiche dello statuto e abbiamo chiesto di rinviare il termine della scadenza del bando.
Il Sindaco ha accettato tutte le proposte.
Oggi il nuovo bando non prevede più il diritto di veto del Comune sulle delibere del Consiglio direttivo e sull'ammissione di nuovi soci. Ma prevede che in caso di dissenso le delibere vengono inviate all'organo sovrano di un'associazione, cioè l'Assemblea dei soci.
Inoltre nel caso in cui non ci fossero enti pubblici, oltre al Comune di Corleone, al momento della costituzione dell'associazione i rappresentanti saranno nominati sì dal Sindaco ma con il parere dell'Assemblea dei soci.
Inoltre il Comitato scientifico sarà proposto all'Assemblea non più dal solo Presidente dell'associazione ma da tutto il Consiglio direttivo. Con queste premesse il circolo IncontrArci presenterà la richiesta di fare parte del Laboratorio della Legalità il cui scopo, ricordiamolo, è quello di creare uno strumento di studio della mafia e dell'antimafia e delle forme di gestione dei beni confiscati.
Ricordiamo che possono partecipare associazioni o enti che si sono impegnati nella promozione della legalità e nella lotta alla mafia nell'ultimo triennio. Ottima scelta quindi anche quella del bando pubblico anche perchè quest'associazione avrà assegnata un bene confiscato alla mafia e cioè casa Provenzano. Non mi resta che ricordare che si può partecipare al bando entro il 15 dicembre. Posso solo dire che il Sindaco Iannazzo ancora una volta si è dimostrato attento alle critiche costruttive della Redazione Dialogos del circolo IncontrArci e possiamo dire che da questo punto di vista notiamo una notevole differenza con l'ex Sindaco Nicolosi.
Insomma diamo a Cesare quel che è di Cesare!

Giuseppe Crapisi

13 commenti:

Leoluca Criscione ha detto...

NO COMMENT!
Leoluca Criscione

Redazione Dialogos ha detto...

Caro Leoluca il commento me l'aspetto!

Ciao

Giuseppe Crapisi

Leoluca Criscione ha detto...

Caro Giuseppe,
Non mi sorprende, affatto, la disponibilità del sindaco Iannazzo! Vi siete fatti ammaliare! Corleone non ha bisogno di dieci CIDMA!! Bisognerebbe, invece, insistere nel denunciare(come letto anche su questo sito), gli usi e abusi 'privati' fatti nel CIDMA dall'ex sindaco Nicolosi e indurlo a ritornare sulla 'vecchia' via ,arricchita da nuove proposte. Suggerirei, invece, di ribattezzare il CIDMA in CNM: CENTER NO MAFIA.
Leoluca Criscione

Redazione Dialogos ha detto...

Leoluca ti ringrazio per il commento! Il No Comment non si confaceva a te. Noi non ci siamo fatti ammaliare, siamo giovani ma conosciamo la politica! Noi avevamo criticato lo statuto, è stato modificato sulle nostre proposte e adesso noi che crediamo nell'iniziativa diamo una possibilità al Comune di lavorare insieme. Ma non è una cambiale in bianco, si entra ma si pò uscire. Anche molte associazioni all'inizio fecero parte del CIDMA poi vicende oscure le hanno estromesso. Il CIDMA potrà funzionare solo se finirà la guerra tra Nicolosi e Iannazzo e quindi dopo marzo 2008. Potremmo sbagliare ma errare è umano!

Giuseppe Crapisi

francesco milazzo ha detto...

concordo con giuseppe.
Non proporre e non partecipare alla modifica dello statuto era uno sbaglio anke perchè è un bando pubblico.
le proposte fatte dal circolo tendevano a "democraticizzare" tutto l'assetto del progetto laboratorio della legalità, vista l'esperienza del cidma.
In ogni caso nessuna collaborazione o partecipazione è come un diamante...per sempre.

Leoluca Criscione ha detto...

Cari Giuseppe e Francesco,
Il mio NO COMMENT iniziale, era logicamente provocatorio.
Visto da fuori Corleone quello che sta succedendo con i 'CIDMAs' é una semplice farsa, indice di poca lungimiranza, maturità politica e ''poco senso del bene comune'.
Riassumo: Il sindaco Iannazzo non riesce ad ''entrare' nella stanza dei bottoni del CIDMA, quindi ne 'sfratta alcune stanze' (giustamente denunciato da molti), e crea un secondo CIDMA. Per ''legittimarlo', cosa deve fare?: ''accogliere'' le proposte degli oppositori della gestione del CIDMA ''timbrato Nicolosi''.
Facciamo ridere o, meglio, piangere
Un CORdiaLEONESE saluto, Leoluca

Anonimo ha detto...

Sto notando in tutto questo il vero senso della contraddizione. Scusate ma Iannazzo non fa parte del consiglio direttivo del Cidma? Non capisco proprio perchè adesso è cosi interessato al Laboratorio della Legalità.

Giovanni

Anonimo ha detto...

ora basta!!
dott. criscione, se nn erro nn ti sei candidato, ti hanno proposto assessore e le tue teorie nn hanno convinto nessuno, poi hai appoggiato nicolosi ( colui che hai smerdato per più di quattro anni), hai perso pure con nicolosi, e ora fai il professore con dei ragazzi che stanno lavorando in sintonia con il sindaco e li offendi pure..
credo che è abbastanza, lascia perdere, anzi lascia stare in pace chi, con pochi passi vuole fare qualcosa.
profondi il tuo impegno con onore come lo stai continuando a fare, ma la critica e la politica spicciola lasciala perdere.
nn abbiamo bisogno di fenomeni, abbiamo bisogno di camminare con gambe nostre, e laddove cadessimo vogliamo rialzarci e capire l'errore.
sentitamente.
sa.fo.

Redazione Dialogos ha detto...

giuseppe nell articolo pubblicato sul nostro sito e sul blog dei giovedi 8 novembre mi sembra che è stato abbastanza chiaro esprimendo l'opinione del circolo riguardo la costituzione di un laboratorio della legalità contrapposto al cidma.
Tutti sappiamo che per ora c'è una lotta tra Iannazzo e Nicolosi, anche a causa del cidma.
Proprio per questo motivo, per evitare che il laboratorio, che si farà ugualmente anche senza di noi,diventi il caso del "Cidma 2" abbiamo proposto le modifiche allo statuto assieme ad associazioni non vicine al sindaco,in modo tale da essere un gruppo compatto anche all'interno del Laboratorio della legalità per lavorare in sintonia con i soci pubblici.

Francesco Milazzo

Giuseppe Crapisi ha detto...

Credo che bisogna stemperare gli animi! Allora ognuno è libero di esprimere il proprio pensiero e il dott. Criscione ha espresso il suo pensiero e io non mi sento offeso. Posso non condividerlo! Inoltre noi siamo sì dei ragazzi ma non sottovalutateci, ve lo dice chi già ha una laurea in Scienze Politiche e si appresta a specializzarsi, ma il gruppo in toto ha ottime professionalità. Altrimenti non saremmo arrivati dove siamo! Certo il nostro punto di vista è quello del Dialogo e cioè osservare, valutare, criticare e proporre e non la critica fine a se stessa e Iannazzo fino ad adesso è stato pronto al Dialogo. Io non credo che il Sindaco avesse bisogno che noi partecipassimo al bando, poteva non farlo e invece l'ha fatto e bisogna dargliene merito, perchè il bando aldilà dell'amministrazione che ci sarà rimarrà. Quindi cerchiamo tutti di vedere cosa non va a Corleone e cerchiamo di fare proposte costruttive!

Giuseppe Crapisi

Leoluca Criscione ha detto...

Gentile sa.fo.

Non ricordo di averle dato del tu, ma se lo scrivi TU, sarà cosi.
Ti ringrazio per i fiori (ma non mi sento, per nulla un fenomeno!).
Ho purtroppo la brutta abitudine di dire APERTAMENTE la mia opinione.
Pertanto, prima di prendere penna (anonimamente) é sputare a destra e a sinistra, é bene informarsi, e soprattutto leggere attentamente quanto scritto dagli altri.
Inoltre, per le tue inesattezze inniziali nel commento di cui sopra, il mio commnento é solo: ERRARE HUMANUM EST!
Un CORdiaLEONESE saluto dalla Svizzera
Leoluca Criscione

Anonimo ha detto...

esimio dott. criscione.
mi scuso per il "TU" involontario.
ma credo che le disattenzioni nn sono mie ma ahimè sue, in quanto i commenti di sopra sicuramente nn sposavano le note vittorie del circolo incontr..., ma un continuo lamento sull'operato.
credo ancora una volta che nn sputo ne a destra ne a sinistra, e lo sa perchè, perchè i miei genitori mi hanno sempre detto che lo sputo nn è educato..
e poi proprio LEI mi parla di sputare?
ma Lei poi, oltre lo straordinario progetto politico che aveva in mente, che vuole da corleone?
forse vuole più considerazione?
nn si sente capòito?
noi vogliamo essere liberi......
sa.fo. l'anonimo per LEI

LEOLUCA CRISCIONE ha detto...

NON-Anonymous said...
alias Leoluca Criscione

Mi rendo conto come sia ancora difficile immedesimarsi in chi voglia il BENE di Corleone ’SENZA CONSIDERAZIONE ALCUNA! . In questo senso ‘non mi sento capito’!!!
Forse per rendersene conto, ci vorrebbero 40 anni e più di emigrazione …e UMILIAZIONE da CORLEONESE.

Con il mio (come lo definisce Lei) ‘’straordinario progetto politico’’ (grazie per i fiori!) vorrei contribuire a centrare questo obiettivo. Con questa sua valutazione, comunque, Lei viene a trovarsi in ‘buona’ compagnia. Infatti, a detta di tanti ‘avversari’ politici, quella da me segnata, rappresenta l’UNICA via per assicurare ai giovani (e meno giovani) di Corleone un lavoro (non un posto) sicuro, durevole e pulito!! (ha letto la mia proposta nei dettagli?, peccato che la redazione non ne abbia anche pubblicato la premessa).

Infine, non mi sembra di aver voluto togliere la libertà a nessuno! Ho soltanto riscontrato, a mio giudizio, una palese inconseguenza nella scelta del Circolo IncontrARCI e l’ho voluta rendere pubblica (firmandola): tutto qui!! Da qui a quel Suo ‘’noi vogliamo essere liberi’’ ……?? (noi chi?), c’è un abisso!!.

Un CORdiaLEONESE saluto dalla mia seconda patria!
Leoluca Criscione
www.leoluca-criscione.net