venerdì 28 dicembre 2007

Il Trattore dell'Antimafia per la Cooperativa " Lavoro e non solo"


L' album fotografico dell'evento


Si chiude bene l'anno 2007 per il movimento antimafia a Corleone. Infatti, venerdi 28 dicembre una numerosa delegazione del Coordinamento degli Enti Locali della Provincia di Pisa, in collaborazione con Avviso Pubblico e con il coordinamento provinciale di Libera, hanno donato un Trattore cingolato ai soci della Cooperativa dell'Arci “Lavoro e non solo”. La consegna delle chiavi del trattore al Presidente della cooperativa Calogero Parisi è avvenuta nella piazza simbolo di Corleone e cioè Piazza Falcone e Borsellino. Stessa piazza dove alcuni giorni fa i giovani Corleonesi hanno gridato “No Mafie” durante la manifestazione organizzata da Libera. Erano presenti oltre ai numerosi amministratori della Provincia di Pisa anche il Presidente della Commissione Antimafia Francesco Forgione, l'On. Rita Borsellino, il Sindaco di Corleone Antonino Iannazzo, l'ex Sindaco di Corleone Pippo Cipriani e la Presidente dell’Arci Sicilia Anna Bucca. Il Sindaco Iannazzo ha detto che prima quando si parlava di “Tratturi” si pensava a Bernardo Provenzano” oggi si pensa alla Cooperativa Lavoro e non solo. Sia Pippo Cipriani che sia Rita Borsellino hanno sottolineato che, dopo tanti anni, i frutti si iniziano a raccogliere, ricordando le iniziative comuni fatte, lui da Sindaco e lei con la Carovana Antimafia. Il Presidente della Commissione Antimafia Forgione, ha detto che questo trattore è il segnale di un'altra Corleone e di un'altra Sicilia è bello sentire, continua Forgione, che quando si è in Veneto o in Toscana, i ragazzi dire “noi siamo stati nei campi confiscati” e ha continuato dicendo “oggi voi Sindaci della Toscana siete qui per dimostrare che la Repubblica è unita nella lotta contro la mafia. Oggi un Sindaco di diverso colore politico sta continuando il lavoro iniziato da Pippo Cipriani. La mafia va combattuta penalmente ma va combattuta anche socialmente ricostruendo politiche pubbliche che sottraggano forze dal bacino del consenso alla mafia. Questo trattore è un pezzo della politica pubblica che darà il lavoro ai giovani e ai meno giovani della cooperativa perchè la lotta alla mafia deve essere “lavoro, diritti, dignità e libertà” e questo trattore è uno strumento di questi quattro fattori”. A fine mattinata la delegazione è andata a Casa Grizzaffi, la casa confiscata alla mafia e che è stata assegnata alla Lavoro e non solo, dove si è conclusa questa importante giornata.

Giuseppe Crapisi

Nessun commento: