mercoledì 21 novembre 2007

A Corleone nascerà la Consulta Giovanile! IL Sindaco Iannazzo mantiene la promessa


La nostra Lorena Pecorella durante la tavola rotonda sui giovani e la legalità fatta nel Liceo Scientifico Don Giovanni Colletto chiese al giornalista Cosimo Di Carlo se un giornale come Dialogos dovrebbe criticare o proporre. Io credo che la migliore risposta sia arrivata oggi. Dialogos deve criticare, se c'è da criticare, e nello stesso tempo proporre se si hanno proposte. Più di tre anni fa dal sito di Oltre il Muro (l'associazione che prima del circolo IncontrArci ha fatto nascere Dialogos) abbiamo proposto di fare nascere a Corleone la Consulta Giovanile, che potesse dare voce ai giovani di Corleone e che potesse loro permettere di avere un ruolo nelle politiche giovanili. Proponevamo anche lo Statuto. Bene l'allora assessore alle politiche giovanili Antonino Iannazzo ci chiamò per confrontarci sui contenuti dello Statuto e arrivammo ad una bozza condivisa. Fu presentata in Consiglio Comunale, ma non fu mai approvata. Il motivo non si sa, mancava il numero legale e poi non fu mai più presentata, poi riapparve ma non approvata ecc... Martedì sera la maggioranza del Sindaco Iannazzo, allora assessore, ha ripresento al Consiglio Comunale la proposta di approvare quella Consulta Giovanile nata più di tre anni fa. Bene una notizia positiva, per noi eccezionale! Il Consiglio Comunale ad unanimità ha approvato quello Statuto. Cioè la nostra Consulta ha superato le divisioni politiche presenti nel Consiglio, mettendo insieme maggioranza e opposizione. Un grande risultato per noi, un grande risultato per il Sindaco Iannazzo che ha mantenuto la promessa e un grande risultato per tutto il Consiglio Comunale. Forse oggi l'avremmo pensata in maniera differente quello Statuto ma è una grande occasione per i giovani corleonesi. Noi dopo tre anni non siamo più tanto giovani, ma ci crediamo. I giovani corleonesi adesso devono dimostrare che possono e che vogliono essere parte delle decisioni che li riguardano. Oggi il circolo IncontrArci raccoglie i frutti seminati da noi con Oltre il Muro ma adesso bisognerà fare funzionare la Consulta. Possiamo dire questo è un esempio di sana Politica seria!

Giuseppe Crapisi

7 commenti:

Leoluca Criscione ha detto...

Complimneti per aver concluso la prima tappa di un 'giro' ancora lungo e faticoso. Formare e fare funzionare una Giunta Giovanile é impegnativo. Qualche decennio fa a Corleone fu fatta un'esperienza analoga, con giovani piu giovani, e malgrado il grandissimo impegno profusovi da molti giovani e meno giovani, il tentativo é rimasto tale. Senza lavoro pulito e duraturo tutto é destinato a fallire! Il sindaco non puo' essere l'unico 'datore di lavoro'. L'unico settore in grado di produrre lavoro a Corleone é quello agro-alimentare MODERNIZZATO (COOPERATIVE Agricole, MArchio Corleone doc, Punti di vendita all'estero attraverso i Corleonesi sparsi nel mondo (piu' di 25 mila).
Buon LAVORO!
Leoluca Criscione, Svizzera

Anonimo ha detto...

leggo un po di amarezza nel commento del dott criscione..
forse lo voleva fare lui??.
cmq oggi si traccia una linea di partenza dove i giovani possono iniziare ad intravedere la politicA E A STUDIARLA tanto da capirla ed affrontarla...
nn mi aspettavo che la nota stonata venisse proprio dal dott. criscione, insomma quando l'amministrazione nn lavora bene li rimprovera, quando lavora bene li rimprovera, li lasci stare per favore.....
forse in svizzera sono cosi' dicotomi??
w corleone, w il circolo incontrarci.
sa.fo.

Leoluca Criscione ha detto...

Gentile sa.fo. (quando impariamo a mettere la firma?)

Mi dispiace che Lei trovi una ''nota stonata'' il mio incitare a creare anche lavoro sicuro e duraturo per i GIOVANI di Corleone!
Ricordare le esperienze passate, deve servire a non fare 'un focu ri pagghia'. Le faccio notare, che gli Emigrati Corleoensi in Svizzera hanno dato un contributo (non solo a parole) alla ''Consulta dei Giovani degli anni novanta''.

La invito a leggere la mia proposta (anche la Redazione ne ha una copia)per centrare il vero obiettivo: posti di lavoro 'alla svizzera' anche a Corleone.

http://www.leoluca-criscione.net

CORdiaLEONESEMENTE
Leoluca Criscione

Giuseppe Crapisi ha detto...

Scusate se mi intrometto, credo che le vostre posizioni non sono per nulla oppositive ma avete ragioni entrambi. Cioè l'obiettivo raggiunto è importante, ma adesso inizia il lavoro più duro, bisogna far funzionare la Consulta Giovanile. Poi certamente Corleone ha bisogno anche di sviluppo economico ma ciò non è in contrapposizione alla Consulta o ad altri strumenti di partecipazione democratica. Anche io vi prego di firmarvi!

Giuseppe Crapisi

Anonimo ha detto...

Sono davvero felice per quest'"avvenimento", l'atto del sindaco non è da sottovalutare, mi compiaccio con lui.Inizio a credere che Corleone stia veramente cambiando e mi piace pensare che noi stiamo contribuendo a questo atteso cambiamento.

PS: chi ha detto che le mie sono solo utopie forse adesso può ammettere di essere un bel pò pessimista!!!! :)))
Lorena

francesco milazzo ha detto...

A parte le lungaggini burocratiche unica nota stonata, questo per noi è un passo importante, vedere che un progetto pensato da giovani per i giovani possa essere realizzato.
speriamo che questo impegno sia utile a costruire,in giovani "più giovani" di noi, uno spirito ed una coscienza più civica.

Anonimo ha detto...

La consulta dei giovani, spazio-tempo istituzionale propositivo e operativo.
Io la vedo così:una palestra di democrazia, un'officina di idee e quindi di cultura, un luogo dove dar vita a iniziative concrete di lavoro.
Antonia Arcuri