martedì 19 marzo 2019

Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime di mafie.

Dal 1° marzo 2017, con voto unanime alla Camera dei Deputati, è stata approvata la proposta di legge che istituisce e riconosce il 21 marzo quale “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime di mafie”. L’iniziativa nasce nel 1996 su iniziativa di “Libera”, che tenendo conto del dolore di una mamma che perse il figlio nella strage di Capaci e non ne sentiva pronunciare mai il suo nome, decise di recitare ogni anno nella piazza di una città diversa, il primo giorno di primavera, i nomi di tutte le vittime di mafie. 
Quest’anno la piazza principale dell’iniziativa promossa da “Libera” e da “Avviso Pubblico” sarà Padova.
Anche l’Amministrazione comunale di Corleone intende ricordare i nomi delle vittime, per tenerne vivo il ricordo e per far sì che tutta la cittadinanza possa stringersi in un abbraccio sincero ai loro familiari, coinvolgendo nell'iniziativa gli studenti delle scuole del territorio per contribuire a formare la coscienza civile delle nuove generazioni.
Per tale motivo, è stata indetta, Il giorno 21 marzo 2019, alle ore 10:00 in Piazza Falcone e Borsellino, una seduta di Consiglio Comunale interamente dedicata al ricordo delle vittime di tutte le mafie, alla presenza delle autorità civili e militari.

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.
Il Presidente del Consiglio di Corleone
Pio Siragusa

martedì 12 marzo 2019

Il Presidente del Consiglio di Corleone in visita al Comune di Venaria Reale

Nella giornata odierna il Presidente del Consiglio si è recato in rappresentanza dell'amministrazione Corleonese, al Comune di Venaria Reale, dove è stato ricevuto dal Sindaco Roberto Falcone. 
Una visita istituzionale, maturata da sentimenti di stima e riconoscenza verso un territorio che ha ospitato negli ultimi cinquant' anni tante famiglie Corleonesi in cerca di stabilità lavorativa.
L'occasione dell'incontro ha dato l'imput per istaurare fra le due cittadine un "patto d'amicizia" con rapporti di reciproca collaborazione. Nella fattispecie è stata prospettata una collaborazione con la cooperativa "Lavoro e non solo" che gestisce i terreni confiscati alla mafia, con le scuole, tramite i progetti di "alternanza scuola lavoro" e i "campi estivi", con il Cidma e con le rispettive bande musicali comunali. Tanto l'entusiasmo, tante le idee, ancora da valutare... ma aldilà di ciò che si realizzerà, ciò che è emerso oggi è la volontà di entrambe le amministrazioni di costruire un "ponte di fratellanza" fra questi due territori che faranno sentire i nostri concittadini emigrati un po' più vicini alla loro terra d'origine.



L'ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale.

sabato 9 marzo 2019

Assolto Presidente del Consiglio Comunale di Corleone difeso dall’avv. Sanfilippo


foto di Gino Di Leo

Il Tribunale di Termini Imerese ha assolto il Presidente del Consiglio Comunale di Corleone, Pio Siragusa -difeso dall’avvocato Francesco Paolo Sanfilippo, – accusato di aver fotografato e divulgato i dati sensibili del casellario giudiziale dell’ex Sindaco Leoluchina Savona.

I fatti risalgono al 2015 quando Pio Siragusa, allora capogruppo dell’opposizione,nel corso di una riunione della commissione Controllo e Garanzia visiono’ i casellari di tutti i componenti dell’amministrazione al fine di evidenziare cause di ineleggibilità o di decadenze sanzionate dalla cd Legge Severino. Secondo l’accusa il Siragusa una volta visto il casellario della Savona, contenente dei precedenti penali, si sarebbe appartato per fotografarlo e sarebbe stato rimproverato da una dipendente comunale che, sentita dai Carabinieri avrebbe confermato l’accaduto. Da lì sarebbe nata una formale contestazione da parte del Segretario Comunale e sarebbe scattata la denuncia da parte dell’ ex Sindaco per violazione della legge sulla privacy. LEGGI TUTTO

martedì 5 marzo 2019

La pasta antimafia prodotta a Corleone dedicata a Rita Borsellino

Spaghetti, caserecce, rigatoni, penne rigate e lasagna corleonese realizzate con grani antichi "Senatore Cappelli". La pasta biologica prodotta a Corleone sui terreni confiscati è dedicata a Rita Borsellino. La rete del consumo critico si arricchisce di un nuovo prodotto.
Il consumo critico deve essere palesemente urlato che si tratta di un consumo antimafia, dicono i responsabili del progetto. LEGGI TUTTO

lunedì 4 marzo 2019

Il video del Ministro della Sanità Grillo, dopo la visita all'ospedale di Corleone

Primarie PD: Anche Corleone sceglie Zingaretti

A Corleone le primarie del PD si chiudono con 109 votanti, 58 voti per Nicola Zingaretti quindi con il 53,2%, mentre 48 voti sono stati espressi per Maurizio Martina con il 44,1%,  3 voti vanno a Roberto Giachetti con il 2,7%.

"Zingaretti ORA è il nostro nuovo segretario - dichiara Giuseppe Crapisi del circolo locale - si volta pagina, si riparte. Un grazie a tanti corleonesi che hanno voluto far parte di questo grande progetto con Zingaretti."

In tutta Italia c'è stata ampia partecipazione nei gazebo a dimostrazione che c'è una parte del paese che non condivide le idee politiche di questo Governo.

venerdì 1 marzo 2019

Mafia, da Corleone a Partinico, i sindaci contro le mazzette ai boss

Si tratta di uno dei primi casi in Italia e che parte proprio da uno dei territori più sensibili, dove la mafia negli anni ha intessuto i rapporti economici più stringenti. Adesso però, si volta pagina, e così, i sindaci di Partinico, Borgetto, Balestrate, Camporeale, Corleone, Montelepre Trappeto si sono ritrovati oggi a Partinico per approvare il Piano triennale della prevenzione della corruzione. Leggi tutto

Comune di Corleone: Avviso per la costituzione di un albo delle imprese fornitrici

L'iscrizione all'Albo è aperta a tutte le imprese che ne facciano richiesta, mediante apposita domanda entro e non oltre il 5 aprile 2019 tramite raccomandata A.R. ovvero consegnata a mano presso l'indirizzo indicato ovvero all’indirizzo pec protocollo@pec.comune.corleone.pa.it
l'Assessore ai LL.PP: Salvatore Schillaci

mercoledì 27 febbraio 2019

Lavoratori ASU: Il Comune di Corleone chiede l'intervento della Regione e dello Stato

Nella serata di ieri, 26 febbraio, è stata affrontata dal Consiglio Comunale di Corleone la problematica dei lavoratori A.S.U. ed è stato approvato un Ordine del Giorno con deliberazione C.C. n.27 del 26/02/2019.
Sono 61 le unità utilizzate dal Comune di Corleone destinatari di un assegno erogato con mera finalità assistenziale, privi quindi di uno stipendio e di una copertura previdenziale, con fondi del bilancio regionale. Assegno che non viene erogato puntualmente con gravi disagi per i lavoratori e le loro famiglie.
Come è stato evidenziato dal Presidente del Consiglio Pio Siragusa, dall’Amministrazione Comunale e condiviso da tutti i Consiglieri di maggioranza e di minoranza, gli strumenti normativi sin qui approntati dai vari Governi Regionali non sono risultati sufficienti a consentire ad oggi, un percorso di stabilizzazione in favore di questi lavoratori che fosse realmente praticabile, soprattutto sul piano finanziario.
Si tratta di un obbligo “etico” prima ancora che “giuridico”, dare stabilità occupazionale a questi lavoratori introdotti originariamente dal Dlg. 468/97 e che prevedevano progetti formativi della durata massima di 12 mesi al termine dei quali, acquisite le necessarie professionalità e formazione in ambito
lavorativo, a detto personale doveva essere garantita una stabilità occupazionale, ma le attività progettuali invece, previe apposite norme, sono state prorogate di anno in anno fino al 31 Dicembre 2019 sempre nelle more di una stabilizzazione ulteriormente rimarcata dal Dlgs. 81/2000, dal decreto Legge n° 101/2013 coordinato con la legge di conversione 30 ottobre 2013, n. 125 e dal recente Decreto Legislativo 75/2017 del 25 Maggio 2017 oltre che da altrettante leggi regionali intese a recepire la normativa nazionale in materia.

Per questo motivo, il Consiglio Comunale, il Sindaco e la Giunta chiedono un intervento concreto e risolutivo delle istituzioni regionali e nazionali al fine di garantire una stabilità occupazionale ed una dignità lavorativa ad una platea di lavoratori che a fronte di un mera misura assistenziale è chiamata giornalmente a garantire servizi essenziali alla collettività .
Certo di un Vs. sollecito e fattivo interessamento , l’occasione è gradita per porgere i più cordiali saluti. 

 Il Presidente del Consiglio                                                                                   Il Sindaco
Pio Siragusa                                                                                    dott. Nicolò Nicolosi

martedì 26 febbraio 2019

Corleone: Festa di San Leoluca, ordinanza chiusura pomeridiana esercizi commerciali.


Si comunica che con ordinanza n. 11 del 26.02.2019 è stata disposta la chiusura pomeridiana degli esercizi commerciali, ad esclusione dei bar, dei ristoranti e dei tabacchi  in occasione della festività  del Santo Patrono 

                                                                                     Il Sindaco
Dott. Nicolò Nicolosi





lunedì 25 febbraio 2019

Martedì degustazione di "Pasta finocchi e sarde"


Tir carico di maiali si ribalta sulla statale a Corleone: ferito l'autista, morti due suini

Incidente a Corleone, si ribalta un tir: due maiali morti schiacciati

Tir con un carico di maiali si ribalta e muoiono due animali. Un incidente è avvenuto stamattina sulla strada statale 118 vicino al lago dello Scanzano, nella strada che collega Corleone a Marineo. Per cause ancora da accertare il mezzo pesante e un'auto si sarebbero scontrati e il conducente dell'autoarticolato, forse cercando di evitare l'impatto, avrebbe sterzato repentinamente. Il rimorchio a quel punto si è adagiato sul fianco destro e alcuni maiali sono rimasti schiacciati. Da chiarire se e quanto abbia influito la presenza di ghiaccio sull'asfalto. LEGGI TUTTO 


lunedì 18 febbraio 2019

Corleone: venerdì gli studenti scenderanno in piazza contro la riforma del Governo


Venerdì 22 Febbraio scenderemo in piazza contro la riforma sulla maturità da poco emanata dal Ministero dell'istruzione. Questa riforma , non curandosi del percorso didattico fatto in tre anni, stravolge tutto usando noi maturandi come delle cavie e mettendo in difficoltà alunni e professori.
Aumenta notevolmente la difficoltà della seconda prova, infatti ci sarà la doppia materia (matematica e fisica allo scientifico , latino e greco per il classico).
Al colloquio orale è stata eliminata la famosa "tesina", sostituita, come nei migliori quiz televisivi, da tre buste chiuse, diverse per ogni studente e da scegliere casualmente; qui la difficoltà dei professori nel creare tre percorsi didattici differenti per ogni studente.
Hanno azzerato l'utilità dell'alternanza scuola-lavoro, infatti non saranno più obbligatorie le ore di partecepizione all' alternanza per essere ammessi all'esame, quindi nel corso di tre anni abbiamo sprecato 200 ore per nulla.
Infine, non quest'anno ma per il prossimo sarà obbligatorio svolgere le prove invalsi (prove a risposta multipla di italiano, inglese e matematica uguali in tutta Italia) per essere ammessi all'esame.
Noi studenti chiediamo un "ingresso" più graduale a questa nuova maturità , magari attuandola a partire da chi il prossimo anno inizia il terzo anno, così che gli studenti possano fare un percorso didattico nell'arco dei tre anni inerente al nuovo esame di stato, perché è inaccettabile che 6 mesi prima della maturità ci venga stravolto in questo modo l'esame.

venerdì 8 febbraio 2019

Giuseppe Crapisi (ORA Corleone): Rete Ospedaliera, l'Ospedale di Corleone mantiene i reparti previsti

Oggi è stato pubblicato, in Gazzetta Ufficiale Siciliana, il decreto a firma dell'Assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, dopo il via libera da parte dei Ministeri della Salute e dell'Economia.

"Per quanto riguarda l'Ospedale di Corleone - dichiara il Presidente di "ORA Corleone" Giuseppe Crapisi - è stato confermato quanto previsto la scorsa estate dall'Assessorato dopo il confronto con il Comitato Pro Ospedale. Perdiamo l'unica Unità Operativa Complessa che era quella di Medicina, ma manteniamo tutti i reparti, inoltre, viene prevista la funzione di cardiologia e due posti letto di Ortoperdia".

Il Comitato Pro Ospedale, allora composto dalla Commissione Straordinaria del Comune di Corleone, dai Sindaci di Bisacquino, Campofiorito, Chiusa Sclafani, Contessa Entellina, Giuliana, Marineo, Prizzi, Roccamena, dai rappresentanti sindacali aziendali di CGIL e Cisl Corleone, dalla CNA di Corleone, dalla Camera del Lavoro zonale, dal movimento “ORA Corleone” e da “Città Nuove”, fu audito dalla VI Commissione e mise sul tavolo le proposte per evitare il depotenziamento dell'Ospedale. 

"Preoccupazione invece si ha - dichiara sempre Giuseppe Crapisi - per le voci che corrono sulla non previsione, per il 2020, di deroghe ai punti nascita che fino ad oggi, come quello dell'Ospedale di Corleone, l'avevano ottenuto. Il Comitato Pro Ospedale è pronto, appena si avranno più certezze, a confrontarsi affinché il punto nascita possa continuare a essere previsto".