sabato 18 maggio 2019

Il Comune di Corleone tra i 24 della Sicilia che hanno ottenuto il finanziamento per l'installazione di hotspot pubblici

PALERMO - Più di venti comuni siciliani riceveranno un voucher da 15.000 euro a testa per l'installazione di hotspot WiFi in luoghi e negli edifici pubblici, tra cui piazze, municipi, biblioteche, parchi giochi e musei. Lo rende noto EuroinfoSicilia. Sono Acireale, Augusta, Belmonte Mezzagno, Bronte, Capo d’Orlando, Castelvetrano, Catania, Corleone, Leggi tutto

A Corleone inaugurata sede Cisl Fp Palermo Trapani: “riferimento nel territorio”

Aperta ieri la sede di Corleone della Cisl Fp Palermo Trapani. A inaugurarla ieri il segretario generale della federazione Lorenzo Geraci con il segretario generale della Cisl Palermo Trapani, Leonardo La Piana e il segretario nazionale della Cisl Fp Luigi Caracausi. Leggi tutto

Il Comune di Corleone ringrazia le forze dell'ordine per l'ultimo sequestro alla mafia locale


L' Amministrazione e il Consiglio comunale, appresa la notizia dell'esecuzione del Decreto di Sequestro di beni emesso dal Tribunale – Sezione Misure di Prevenzione – di Palermo su proposta della Procura della Repubblica di Palermo nei confronti di Calogero Giuseppe LO BUE e del suo nucleo familiare, ringrazia i carabinieri del ROS e i militari della Compagnia dei Carabinieri di Corleone per l'attività, quotidiana, di lotta e prevenzione della criminalità, facente capo alla mafia.
Desiderio di questa amministrazione è, senza dubbio, rinfrancare il nome e la vita di Corleone attraverso un'attiva e fattiva collaborazione con tutte le forza dell'ordine, mettendo in campo tutte le buone potenzialità e i buoni cittadini di cui la nostra città è ricca.
L 'Amministrazione e il Consiglio comunale.

mercoledì 15 maggio 2019

Sulle orme di San Bernardo, cammini di fede, arte e cultura


Non era mafiosa l'impresa che provocò lo scioglimento del comune di Corleone

di  — 
Impresa Corleone, Palermo, Cronaca
Nella foto l'avvocato Luigi Raimondi
La Trade Eco Service non è rischio di infiltrazione mafiosa e non doveva quindi subire l'interdittiva da parte della Prefettura. Lo ha stabilito il Consiglio di Giustizia Amministrativa, accogliendo  la tesi dei legali dell'azienda: Salvatore Raimondi, Luigi Raimondi e Giuseppe La Barbera.
L'interdittiva è stata ora annullata. Si chiude così la vicenda di una impresa del settore dei rifiuti che aveva provocato anche lo scioglimento del Comune di Corleone nel 2016 e le nuove elezioni. La Trade Eco Service è un'impresa del settore del trattamento, trasporto e gestione dei rifiuti. Nel 2016 è stata colpita da un’interdittiva antimafia della Prefettura di Palermo. Leggi tutto

venerdì 26 aprile 2019

Corleone: Avviso bilancio partecipativo

cittadini che abbiano compiuto la maggiore età nonché le associazioni, comitati, gli enti pubblici e privati ed in generale tutti gli organismi di rappresentazione collettiva che abbiano sede nel territorio comunale, a fare pervenire entro il 03/05/2019 al seguente indirizzo di posta elettronica:protocollo@pec.comune.corleone.pa.it
le proprie proposte progettuali per le aree tematiche di seguito indicate
  • A1 - Lavori pubblici, viabilità: interventi mirati ad una maggiore facilitazione alla viabilità e del traffico; installazione segnaletica stradale.
  • A2 - Spazi e aree verdi: realizzazione progetti ed interventi relativi ad aree urbane urbane a verde; manutenzione ordinaria del verde urbano.
  • A3 – Politiche sociali, educative e giovanili:realizzazione di iniziative a carattere sociale a favore di anziani, minori e adulti indigenti; iniziative a favore dei disabili; realizzazione di centri di aggregazione giovanile, eventi culturali e sportivi..
A4 - Sviluppo socio-economico: dell'area relativo al turismo, agricoltura, artigianato ed ambiente e commercio

giovedì 11 aprile 2019

Giuseppe Crapisi (ORA Corleone): Per Corleone più fatti e meno passerelle da parte del Ministro Salvini!

"Premesso che il 25 aprile - dichiara il Presidente di ORA Corleone Giuseppe Crapisi - dopo aver lavorato, come mia consuetudine, sarò con la mia famiglia per festeggiare la Liberazione, di sicuro non saró con il Ministro Salvini che bene fa a venire a Corleone per stare vicino alle Forze dell'ordine, ma sbaglia nello strumentalizzare un giorno così importante. 

Inoltre, ricordo al Ministro che il Governo, di cui è socio al 50%, nei nostri territori deve essere presente a 360 gradi, per questo dico No alle passerelle strumentali se poi mancano le infrastrutture, se dopo un'alluvione non si mette in sicurezza, se non si da certezza a chi da anni lavora da precari presso la pubblica amministrazione, se ancora oggi non si è risciusciti a completare l'Ospedale e potrei continuare...

Sarebbe potuto venire a Corleone per altre importanti occasioni e invece ha scelto proprio questo giorno. Più fatti e meno passerelle".


25 Aprile, Salvini: "Nessuna sfilata, andrò a Corleone"


Matteo Salvini ha detto che non prenderà parte a nessuna sfilata il 25 Aprile, festa della Repubblica, ma sarà a Corleone. "La lotta a camorra, 'ndrangheta e mafia è la nostra ragione di vita - ha detto il ministro dell'Interno -. Il 25 Aprile non sarò a sfilare qua o là, tra fazzoletti rossi, verdi, neri, gialli e bianchi. Vado a Corleone a sostenere le forze dell'ordine nel cuore della Sicilia". tgcom24

martedì 9 aprile 2019

Corleone: la Regione finanzia circa 17000 euro al Comune per il PAESC

Ammonta a più di 5 milioni di euro il finanziamento stanziato dalla regione siciliana a beneficio dei comuni dell’isola per la redazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PASESC).
Sono state 353 le istanze presentate dagli enti locali. Di queste ben 343 hanno superato il vaglio dell’Assessorato regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità. Ciascun comune riceverà un contributo economico per promuovere investimenti finalizzati ad interventi di sostenibilità energetico-ambientale.
Nel palermitano, a fare la parte del leone è il capoluogo, al quale arriverà un contributo di 82.000 euro. A Partinico andranno poco più di 21.000 €, a Belmonte Mezzagno e Corleone circa 17.000 euro Leggi tutto 



martedì 2 aprile 2019

Solidarietà al personale contrattista A.S.P. di Palermo - Sciopero dell’intera giornata indetto dalla Fials per ottenere la stabilizzazione del personale contrattista in applicazione della Legge “Madia”.

COMUNE DI CORLEONE

CITTA’ METROPOLITANA DI PALERMO

Ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale



Al Ministro della Salute

On. Giulia Grillo

Al Presidente della Regione Siciliana

On. Nello Musumeci

Al Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana

On. Gianfranco Miccichè

All’Assessore Regionale alla Salute

Avv. Ruggero Razza

A tutti i Gruppi Parlamentari

Dell’Assemblea Regionale Siciliana

Al Commissario Straordinario dell’Asp

Dott.ssa Daniela Faraoni


e p.c. Al Segretario Provinciale Fials-Confsal

Dott. Vincenzo Munafò



Al Segretario Provinciale Aggiunto

Fials-Confsal

Dott. Giuseppe Forte



In risposta alla nota prot. 221/PR del 25/03/2019, con la quale il Segretario Provinciale ed il

Segretario Provinciale aggiunto della Fials-Confsal, informavano questa Amministrazione della

proclamazione di una giornata di sciopero indetta per martedì 2 aprile 2019, per i contrattisti ASP

Palermo, ci duole apprendere quanto da essi rappresentato in merito alla problematica dei suddetti

lavoratori.

Corre l’obbligo di ricordare che il nostro territorio ha già subìto notevoli ridimensionamenti dei

servizi ospedalieri e pensare di ridurre anche il personale che opera negli Uffici interni che si

occupano di contabilità, protocollo, acquisti, prenotazioni CUP telefonici rappresenterebbe un

ulteriore depotenziamento dei servizi che la nostra Città e tutto il territorio limitrofo, non può

permettersi.

Si ritiene, per quanto sopra che si tratti di

un obbligo etico, morale ed istituzionale, stare al

fianco dei lavoratori contrattisti ASP, esprimendo loro piena solidarietà per la situazione di

precarietà in cui sono costretti a vivere, insieme alle loro famiglie, dopo decenni di lotte per aver

riconosciuto il diritto alla stabilizzazione, appoggiando la su citata protesta non solo con meri atti

formali, ma stando al loro fianco, anche fisicamente, nella giornata del 2 aprile, affinché il Governo

Regionale sappia che non sono soli e che non si tratta di una lotta personale o di categoria, ma di

una lotta che riguarda anche gli Enti locali e il territorio in cui essi operano giornalmente rendendo

alla popolazione servizi essenziali, con doverosa abnegazione che tutta la collettività del

Corleonese riconosce loro.

Per quanto sopra descritto, si chiede alle SS.LL. in indirizzo, ciascuno per le loro competenze,

che vengano applicati i contenuti della Legge “Madia” e che venga applicato il punto 3.2.2 della

Circolare 3/2017 dell’ASP per il fabbisogno del personale per l’Azienda, al fine di garantire il diritto

alla stabilizzazione a questi lavoratori e non ultimo, il diritto all’accesso ai servizi amministrativi e

sanitari dell’ASP Palermo da parte di tutti i cittadini.

Il Presidente del Consiglio Il Sindaco

Pio Siragusa dott. Nicolò Nicolosi

sabato 30 marzo 2019

ADRANO. INTITOLATA UNA PIAZZA A S. BERNARDO DA CORLEONE

Un piazzale in contrada Fogliuta, ad Adrano, verrà intitolato a San Bernardo da Corleone. A deliberare la proposta è stata la giunta comunale di Adrano, che ha accolto la richiesta presentata da fra Benigno, il parroco della chiesa di Santa Maria degli Angeli di Adrano.  Richiesta avanzata da fra Benigno per ricordare l’arrivo del corpo del Santo ad Adrano nel settembre del 2018 e in segno di ringraziamento per alcune grazie ricevute da devoti adraniti. Con l’approvazione della delibera è stato avviato cosi l’iter che porterà all’intitolazione di un piazzale nei pressi di via Pasquale Simone Neri. Si attende adesso la necessaria autorizzazione della prefettura di Catania. Leggi tutto

martedì 19 marzo 2019

Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime di mafie.

Dal 1° marzo 2017, con voto unanime alla Camera dei Deputati, è stata approvata la proposta di legge che istituisce e riconosce il 21 marzo quale “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime di mafie”. L’iniziativa nasce nel 1996 su iniziativa di “Libera”, che tenendo conto del dolore di una mamma che perse il figlio nella strage di Capaci e non ne sentiva pronunciare mai il suo nome, decise di recitare ogni anno nella piazza di una città diversa, il primo giorno di primavera, i nomi di tutte le vittime di mafie. 
Quest’anno la piazza principale dell’iniziativa promossa da “Libera” e da “Avviso Pubblico” sarà Padova.
Anche l’Amministrazione comunale di Corleone intende ricordare i nomi delle vittime, per tenerne vivo il ricordo e per far sì che tutta la cittadinanza possa stringersi in un abbraccio sincero ai loro familiari, coinvolgendo nell'iniziativa gli studenti delle scuole del territorio per contribuire a formare la coscienza civile delle nuove generazioni.
Per tale motivo, è stata indetta, Il giorno 21 marzo 2019, alle ore 10:00 in Piazza Falcone e Borsellino, una seduta di Consiglio Comunale interamente dedicata al ricordo delle vittime di tutte le mafie, alla presenza delle autorità civili e militari.

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.
Il Presidente del Consiglio di Corleone
Pio Siragusa

martedì 12 marzo 2019

Il Presidente del Consiglio di Corleone in visita al Comune di Venaria Reale

Nella giornata odierna il Presidente del Consiglio si è recato in rappresentanza dell'amministrazione Corleonese, al Comune di Venaria Reale, dove è stato ricevuto dal Sindaco Roberto Falcone. 
Una visita istituzionale, maturata da sentimenti di stima e riconoscenza verso un territorio che ha ospitato negli ultimi cinquant' anni tante famiglie Corleonesi in cerca di stabilità lavorativa.
L'occasione dell'incontro ha dato l'imput per istaurare fra le due cittadine un "patto d'amicizia" con rapporti di reciproca collaborazione. Nella fattispecie è stata prospettata una collaborazione con la cooperativa "Lavoro e non solo" che gestisce i terreni confiscati alla mafia, con le scuole, tramite i progetti di "alternanza scuola lavoro" e i "campi estivi", con il Cidma e con le rispettive bande musicali comunali. Tanto l'entusiasmo, tante le idee, ancora da valutare... ma aldilà di ciò che si realizzerà, ciò che è emerso oggi è la volontà di entrambe le amministrazioni di costruire un "ponte di fratellanza" fra questi due territori che faranno sentire i nostri concittadini emigrati un po' più vicini alla loro terra d'origine.



L'ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale.